Utente 113XXX
sono un ragazzo di 29 anni, quest'anno a febbraio mi hanno asportato un seminoma stadio I al testicolo. In seguito ho fatto una tac (con liquido di contrasto) di controllo, tutto bene a parte una pseudo formazione nodulare al lobo medio:
''non evidenti alterazioni focali della densità del parenchima polmonare riferibili a lesioni di natura secondaria.
si segnala sfumata area pseudonodulare in corrispondenza del segmento mediale del lobo medio, a profili mal definiti, con diametro trasversale massimo di 11 mm, di non univoca interpretazione anche se una delle ipotesi più verosimili è che si tratti di lesione di natura flogistica. Se ne consiglia comunque controllo evolutivo a 3 - 6 mesi.
Non linfoadenomegalie mediastiniche ne ilari polmonari bilateralmente. Pervie la trachea e le principali diramazioni bronchiali.
Nella norma l'aorta toracica, l'arteria polmonare e le sue diramazioni.

sono passati tre mesi, tra poco farò una tac di controllo tuttavia è una quindicina di giorni che sento un nodo in gola, gola secca, voce rauca, dolori allo sterno, a volte dopo attività sportiva mi pare di notare espettorato striato di sangue...inizialmente ho pensato all'aria condizionata e all'ansia che mi porto a dietro nell'ultimo periodo, però la proccupazione di avere qualcosa al polmone a volte mi manda un po' in crisi... premetto anche che non ho mai fumato in vita mia, ne faccio un lavoro particolarmente a rischio per sostanze tossiche, gioco a calcio..

Avrei alcuni quesiti: nel referto del radiologo si parla di assenza di formazione di natura secondaria, lesioni primitive e lesioni secondarie (metastasi) si presentano solitamente in modo così diverso o possono essere confuse?
Sto per iniziare una sessione radioterapeutica a scopo precauzionale per quanto riguarda il seminoma asportatomi. L'oncologo mi ha detto che fin che non finisco la radioterapia non faremo la tac, tuttavia io son molto preoccupato per quella formazione pseudonodulare al polmone. Sarebbe il caso di insistere visto che son passati già tre mesi? Può, nell'ipotesi più infausta, un piccolo nodulo così, crescere di molto in tre mesi? Sono frequenti tumori al polmone all'età di 30 anni in non fumatori?

Concludo rigraziandovi per questo ottimo servizio, capisco che talvolta noi pazienti tendiamo all'ansia e alla paranoia, per questo ammiro la pazienza che mostrate nel fornirci risposte...buona serata



[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buonasera di nuovo a Lei,

vedrò di rispondere ai suoi ulteriori quesiti.

- un nodulo (già dalla definizione pseudonodulo) delle caratteristiche come descritte non riveste caratteristiche di sospetto (come giustamente indicato nel referto), pertanto la RT precauzionale per il suo seminoma, è al momento per lei molto più importante che non ripetere la TAC (difficilmente lesioni di quelle dimensioni, ANCHE FOSSERO SECONDARIE, possono aumentare di molto in così poco tempo (tre o sei mesi).

- i tumori PRIMITIVI del polmone nei soggetti maschi, non fumatori e di 30 anni sono un'eventualità estremamente infrequente e poco probabile

CONCLUSIONE: concordo pienamente con il suo oncologo

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2009

La ringrazio Dottore... farò come mi consiglia lei.
Buonaserata.