Utente 101XXX
salve, ho effettuato uno spermiogramma e vorrei sapere come e' andato
volume/4ml colore/giallino, ph8, fluidificazione completa
aspetto/normale ,viscosita'/normale
spermatozoi motili 35 milioni,motili totali 140 milioni,totali/ml 90 milioni
totali 360 milioni ,perc.di motilita'39 per cento
indice di motilita'/rapid.progres.20 per cento,debol.progr.10 per cento,in situ
9 per cento immotili 61 per cento.
nemaspermi normali 50 per cento
nemaspermi anormali 50 per cento
difetti testa 28 per cento,difetti coda 6 per cento,tratto intermedio 16 per cento

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

così, di primo acchito, sembra esserci un problema di non perfetta motilità dei suoi spermatozoi.

Visto comunque l'esame del liquido seminale che ci invia con un parametro un po’ "irrealistico", come la morfologia degli spermatozoi normale all'50%, purtroppo la prima cosa che possiamo indicare è quella di ripetere l'esame possibilmente presso una struttura dedicata ed aggiornata che segua le ultime indicazioni date dall'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Con un esame più attendibile e fatto seguendo dei criteri internazionali accettati potremmo poi ridiscutere il suo problema.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemedra.com

[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
ho effetuato l'esame a microcitemico di cagliari,il mio principale pensiero e' se posso avere dei figli
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

avere dei figli non dipende solo da un esame del liquido seminale.

Se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, le consiglio di leggere anche l’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com