Utente 793XXX
da un pò di tempo il mio pene ha cominciato ad accorciarsi e a assottigliarsi.
ho sentito che con l'età in alcuni casi il pene può ATROFIZZARSI: ho perso 5 cm di lunghezza e 2 di circonferenza.
cosa si può fare per riportarlo alle dimensioni originali?
c'è un intervento chirurgico, una plastica, per ripristinarne le dimensioni?
ho sentito anche che il pene può essere soggetto a IPP ma il mio in stato di erezione non presenta curvature, si è "solo" accorciato, cosa che l'IPP non provoca, se non per effetto ottico.
ho 45 anni.
a volte, mesi fà, ho sentito un pò di dolore durante l'erezione.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
L'unica cosa da fare è eseguire una visita andrologica, infatti con la visita ed eventualmente la diagnostica si può evidenziare se questo accorciamento è reale o meno.


Distinti saluti
[#2] dopo  
Utente 793XXX

Iscritto dal 2008
è reale, è reale.
si è accorciato di 5 cm in lunghezza e 2 di circonferenza.
e la pelle che lo ricopre, che prima in erezione lasciava scoperto un pò il glande adesso ne avanza.

l'andrologo che esami e analisi prescriverà?
se è atrofizzazione, per rivelarne la patologia che analisi occorrono?

grazie
[#3] dopo  
Dr. Mario De Siati
32% attività
20% attualità
16% socialità
ALTAMURA (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Potrebbe essere utile esegure una ecografia e un ecocolor doppler dinamico dei corpi cavernosi per evidenziare aree di eventuale fibrosi..
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

esistono processi di trasformazione fibrosa delle strutture elastiche che possono comportare una minore allungabilità ed igrossabilità del pene in erezione.
Tali fenomeni possono far parte della Sindrome dellea Induratio Penis Plastica.
Si faccia vedere da uno specialista che le possa fare una diagnosi precisa
qualche informazione in più su www.erezione.org
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 793XXX

Iscritto dal 2008
sono stato da un "andrologo" MA:
all'ecocolordoppler ci ha visto solo una piccola calcificazione mentre l'infibrimento non risulta nonostante sia EVIDENTE e visibile ad occhio nudo!
La ionoforesi l'ha sconsigliata perchè... le punture con l'ago creerebbero micro lesioni che alimenterebbero l'IPP...
ma la ionoforesi non si fa galvanicamente?: si vede che non sa neppure cosa sia.
O siccome lui si limita ad introdurre dei tutori nel pene per simulare l'erezione, non prende in considerazione eventuali terapie che potrebbero fermare l'IPP.

dr Pozza,
sul vostro sito ho letto della RMN dell’asta; qual'è il nome completo per la ricetta?

per "eliminare" l'infibrimento la chirurgia plastica può qualcosa?
chessò, inserire delle palline di silicone per farlo aumentare di volume?

inoltre leggo che si può continuare a fare sesso ma ciò non porta ad un circolo vizioso? se c'è un trauma, la penetrazione con tutti queli colpi, non lo fa estendere?
avevo detto che si era accorciato di 5 cm, l'ho rimisurato che mi sembrava ci fosse qualcosa che non tornava e l'ho trovato di 6,5 cm più corto!
non è che alla fine lo perdo del tutto?

grazie
p.s. rinnovo la richiesta del nome completo della RMN