Utente 870XXX
salve a tutti,
volevo porre alla Vostra attenzione il caso di mio marito.
circa un mese fa abbiamo fatto il primo spermiogramma:
volume- 2,5 ml
fluidificazione- regolare
viscosità- normale
PH - 8,1
conlusioni- azoospermia
note:
rare cellule della linea germinale, alcuni detriti e corpuscoli prostatici.
acido citrico- 294
fruttosio- 162
zinco- 8,1

secondo spermiogramma ripetutto in altro laboratorio ha datto la stessa diagnosi di azoospermia
asppetando la visita androlgica (gia prenotata)intanto abbiamo fatto pure gli analisi ormonali:
TSH 2, 393 (0,320-4,80)
FSH 20,10 (0,70-11,0)
LH 4,43 (0,80-7,60)
Prolattina 16,0 (2,5- 17)
17beta-estradiolo 34 (0,00-56)
testosterone 3,31 (2,45- 16)
testosterone libero 6,45 (8,90-42,50)


L'ecografia:

Testicoli di dimensioni e margini regolari, ed ecostruttura omogenea, normoecogena, indenni da immagini nodulari solide o cistiche enucleabili.
Epididimi regolari per morfovolumetria ed ecostruttura.
Ectasia bilaterale dientrambi i plessi pampiniforme, caratterizzata da reflusso venoso durante manovra di valsalva visualizzabile con metodica flussimetrica color power doppler. (varicocele di 1 grado a destra e 2 grado a sinistra).
Presenza a sinistra di piccola calcificazione ipercogena intrascrotale del diametro max di circa 6 mm.
Non si evidenziano contenuti erniari intrascrotali.

Stiamo aspettando la visita, ma nel fratempo mi piaccerrebbe sentire la Vostra opinione- ci sono le pèosibbilità di cure ormonali?
il medico che ha eseguito l'eco ci ha tranquilizzato che l'azzspermia pottrebbe essere dovuta dallle varicocele bilaterali, anche perchè la struttura e le dimensioni dei testicoli sono normali.
visto alto valore di FSH mi rendo conto che il problema è molto più serio.
Asppeto la Vostra gentile risposta
distinti saluti
Giusi

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'alto valore dello FSH depone per un danno della spermatogenesi che,pero',secondo quanto ci trasmette,non si esprime in dimensioni dei
testicoli ridotte.Sara' interessante valutare il ruolo della/e
calcificazione/i intrascrotale/i ma sara' compito dell'andrologo che visitera' Suo marito.Ci aggiorni in seguito.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
grazie della sua risposta,
secondo lei la spermatogenesi potrebbe essere presente comunque visto alto livello dello FSH?
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...capisco l'ansia ma,in casi limite come questo,ogni risposta deve essere motivata da dati oggettivi. Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
L'andrologo non ha datto l'importanza alle eventuali cause del danno testicolare. secondo lui poteva essere qualsiasi cosa, ed ora non cambia niente conoscerla...
unica possibiltà vede nella TESE.
secondo me comunque sarrebbe importante fare degli analisi genetiche, non saprei quali... ma credo che vale la pena scoprire la causa.
in tanto dopo le ferie contatteremo un centro steriltà per la visita, e nel fra tempo prendiamo dei farmaci stimulanti, sperando in un miracolo...
ma secondo voi è proprio impossibile far riparire la produzione degli spermatozoi somministrando il testosterone- ho letto che esistono perfino dei cerotti che mantengono il livello costante del testosterone. visto che la TESE è la soluzione definitiva, forse vale la pena tentare una cura ormonale? se non aiuta non può nemenno fare del male...
grazie
Giusi
[#5] dopo  
Utente 870XXX

Iscritto dal 2008
L'andrologo non ha datto l'importanza alle eventuali cause del danno testicolare. secondo lui poteva essere qualsiasi cosa, ed ora non cambia niente conoscerla...
unica possibiltà vede nella TESE.
secondo me comunque sarrebbe importante fare degli analisi genetiche, non saprei quali... ma credo che vale la pena scoprire la causa.
in tanto dopo le ferie contatteremo un centro steriltà per la visita, e nel fra tempo prendiamo dei farmaci stimulanti, sperando in un miracolo...
ma secondo voi è proprio impossibile far riparire la produzione degli spermatozoi somministrando il testosterone- ho letto che esistono perfino dei cerotti che mantengono il livello costante del testosterone. visto che la TESE è la soluzione definitiva, forse vale la pena tentare una cura ormonale? se non aiuta non può nemenno fare del male...
grazie
Giusi