Inibina B nell’uomo e…speranza di gravidanza

Dr. Andrea MilitelloData pubblicazione: 01 marzo 2019

Un interessante studio che riassumo riguardante l’utilità del dosaggio della Inibina B nella infertilità maschile

 

Lo scopo di questo studio era di determinare l'accuratezza diagnostica dell'inibina B (INHB) come predittore dell'esito di recupero di gameti aploidi testicolari (spermatidi e spermatozoi testicolari) in uomini azoospermici non ostruttivi.

 

 

 

Livelli di ormone sierico, volume testicolare e valutazione istologica sono stati eseguiti in 403 uomini azoospermici non ostruttivi cinesi. Il gamete aploide testicolare è stato recuperato con successo in 213 pazienti su 403 (52,85%). Il gruppo di gameti aploidi aveva sempre livelli di INHB più alti rispetto al gruppo di gameti non aploidi. In base all'analisi della curva delle caratteristiche operative del ricevitore (ROC), l'INHB è stato un buon predittore del riscontro dei gameti aploidi testicolari in tutti i pazienti (sensibilità: 77,93% e specificità: 91,58%) e pazienti con normale ormone follicolo-stimolante (FSH; 88,52% e specificità: 70,83%). L'area sotto la curva ROC (AUC) di INHB era simile a quella di FSH in tutti i pazienti o pazienti con FSH normale. Nei pazienti con FSH elevato, l'INHB era superiore all'FSH nel predire la presenza di gamete aploide (AUC: 0,73 vs 0,55, P <0,05), con una sensibilità del 60,00% e una specificità dell'80,28%. Ha concluso che il siero INHB come marcatore efficace per la spermatogenesi era un importante fattore predittivo dei risultati di reperimento di gameti aploidi testicolari negli uomini azoospermici non ostruttivi. Soprattutto, INHB è superiore a FSH nel predire la presenza di gamete aploide nei pazienti con FSH elevato.

 

Chi volesse approfondire:

 

http://www.ajandrology.com/article.asp?issn=1008-682X;year=2019;volume=21;issue=2;spage=137;epage=142;aulast=Zhu;type=0

Autore

andrea.militello
Dr. Andrea Militello Urologo, Andrologo, Sessuologo, Patologo della riproduzione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Università La Sapienza di Roma.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Roma tesserino n° 43740.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.