La disfunzione erettile (DE) ha fattori di rischio comuni con molte patologie cardiovascolari (CV). Alla luce di questi fatti, l'iperomocisteinemia (HHcys) è stata postulata per il coinvolgimento nella disfunzione endoteliale.

 

 

Il lavoro che riporto ha valutato i livelli plasmatici di omocisteina (Hcys) periferici e peni prima e dopo l'integrazione di acido folico in pazienti con disfunzione erettile vascolare (ED) idiopatica. Materiali e metodi: questo studio ha incluso 50 pazienti consecutivi e 50 controlli sani consecutivi che sono stati reclutati da dicembre 2017 a dicembre 2018. I pazienti hanno ricevuto acido folico (FA) al giorno per 3 mesi e sono stati valutati dall'International Index of Erectile 5-item abbreviato Funzione (IIEF-5) e doppler penieno prima e dopo la terapia, oltre ai livelli plasmatici di omocisteina.

 

 

risultati

Lo studio ha mostrato un miglioramento della gravità della disfunzione erettile nei nostri pazienti poiché tutti loro sono diventati da lieve a moderata ED dopo somministrazione di acido folico. Inoltre, i punteggi medi di IIEF-5 aumentavano significativamente da 6 a 14, rispettivamente (p <0,001). Inoltre, i livelli plasmatici mediani periferici e penieni di Hcys (μmol / l) diminuivano significativamente dopo somministrazione di acido folico in 39 pazienti con ED moderata e 11 pazienti con ED grave erano 0,62, 0,34, 5,37, 0,37, rispettivamente, diventavano ED lieve-moderata con i loro livelli plasmatici di Hcys periferici e del pene mediani sono diventati 0,19, 0,15, p <0,001, <0,001, rispettivamente. Il livello di Hcys periferico è correlato in modo significativo con l'Hcys penieno prima e dopo la somministrazione di acido folico (r: -0.06 p: 0.8, r: 0.9, p <0.001, rispettivamente).

 

discussione e conclusione

Recentemente, vari studi suggeriscono un ruolo per iperomocisteinemia e folato nella funzione erettile. È interessante notare questo studio interventistico è uno dei primi che ha valutato l'effetto dell'integrazione di acido folico su HHcys dove ha dimostrato una significativa diminuzione dei livelli plasmatici di Omocisteina periferica e peniena dopo somministrazione di acido folico. Pertanto, l’acido folico nl paziente on cause vascolari potrebbe essere prescritto in concomitanza con inibitori della fosfodiesterasi di tipo 5 in pazienti con ED.

 

Fonte:

https://doi.org/10.1111/andr.12672

 

Logo medicitalia.it