Allarme cancro colon retto: incidenza in aumento nei giovani

Dr. Andrea FavaraData pubblicazione: 13 novembre 2014Ultimo aggiornamento: 01 dicembre 2014

Negli ultimi anni incidenza e mortalità del cancro colorettale sono diminuiti negli Stati Uniti, in buona parte grazie ai programmi di screening rivolti agli ultracinquantenni.

Una ricerca appena pubblicata su JAMA Surgery da autori texani ha tuttavia evidenziato una tendenza preoccupante: l'aumento di incidenza nei giovani.

L'aumento più evidente è stato osservato tra i 20 e 34 anni per tutti gli stadi di malattia.

Il dato è emerso dall'analisi di 393.241 pazienti con cancro colorettale osservati tra il 1975 ed il 2010 con particolare riferimento all'età del paziente al momento della diagnosi.

Come detto, l'incidenza complessiva si è ridotta dello 0.92%, ma il dato si inverte per le sole classi di pazienti giovani e si stima che tra il 2020 ed il 2030 aumenterà del 37% e del 90% per i pazienti da 20 a 34 anni di età e riguarda anche le localizzazioni al sigma ed al retto.

In base a questi dati un cancro al colon su sei ed uno su quattro al retto verrà diagnosticato a pazienti di eta' inferiore a 50 anni.

Relativamente alla diagnosi nei giovani, il primo problema è sicuramente la diagnosi tardiva, sia per l'assenza di programmi di screening in queste fasce di età, sia per la tendenza a non considerarla tra le possibili diagnosi in presenza di sintomi sospetti da parte dei pazienti stessi e da parte dei medici curanti.

Obesità e sedentarietà in aumento giocano un ruolo probabilmente non secondario così come le abitudini alimentari nei paesi occidentali.

I numeri per fortuna non sono ancora così elevati da proporre di estendere i programmi di screening a questa età ma sicuramente una maggior attenzione ai sintomi indagandoli in modo adeguato e una prevenzione modificando le abitudini di vita e alimentari a rischio sono indispensabili.

 

Fonte: JAMA Surg. Published online November 05, 2014. doi:10.1001/jamasurg.2014.1756

Autore

andreafavara
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Universita' Studi Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 31610.

3 commenti

#1
Utente 377XXX
Utente 377XXX

ma quali sono i sintomi che fanno sospettare del tumore intestinale?

#2
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

I sintomo sono le alterazioni dell'alvo ed il sanguinamento fondamentalmente. Il problema tuttavia e' che oggi e' essenziale porre la diagnosi prima che compaiano eventuali sintomi, motivo per cui sono importanti i programmi di screening. La malattia con sintomi in genere e' in fase avanzata con cattiva prognosi.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche colon 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Colonproctologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Contenuti correlati