Eradicare Helicobacter pylori: nuova cura più semplice e più efficace

Dr. Andrea FavaraData pubblicazione: 04 marzo 2016

L' eradicazione di Helicobacter pylori, batterio associato a patologie digestive, è abitualmente ottenuta associando un inibitore di pompa, ovvero un derivato dell' omeprazolo o un antiacido ad uno o piu' antibiotici variamente combinati per periodi variabili da 7 a 14 giorni nei diversi protocolli.

Helicobacter pylori

Ad una maggiore durata tuttavia in genere corrispondono maggiori effetti collaterali e quindi meno pazienti riescono a portare a termine il trattamento, per contro schemi più leggeri sono meno efficaci nell' ottenere l' eradicazione anche per il cosiddetto fenomento delle resistenze, ovvero la capacita' acquisita dal battere di non essere attaccato da alcuni antibiotici, in particolare la claritromicina, comunemente utilizzata in molto schemi è un antibiotico che in particolari aree geografiche sta perdendo la sua efficacia per questa ragione.

E' ora disponibile in Italia un nuovo farmaco che prevede l' associazione nella stessa capsula di tre diverse sostanze: bismuto subcitrato potassio, metronidazolo e tetraciclina cloridrato. Associando a questo prodotto l' omeprazolo per almeno 10 giorni si è ottenuto un tasso di eradicazione del 93%, ben superiore a quella ottenuta con gli schemi classici contententi claritromicina che in determinate aree geografiche è scesa fino al 55%.

La presenza dei diversi principi attivi nella stessa capsula inoltre riduce il numero di pastiglie da assumere semplificando molto le modalità di assunzione.

Sembra quindi corretto, sia nelle prime eradicazioni sia nei tentativi successivi ad una fallita eradicazione, consigliare questa associazione di farmaci che allo stato attuale presenta evidenti vantaggi.

 

http://www.pharmastar.it/index.html?cat=search&id=20719

 

Autore

andreafavara
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1991 presso Universita' Studi Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 31610.

8 commenti

#1
Utente 227XXX
Utente 227XXX

buongiorno, nell'EGD con biopsia, è stato trovato l'Helicobacter, questa la cura:
OMEPRAZOLO 20m. x10 gg ( 2 volte al di)
CLARITTOMICINA 500mg x 10gg (2 volte al di)
AMOXICILLINA X 10GG (2volte al di)
ESOXXONE 1 la sera prima di coricarsi
continuare con IPP x 4 settimane
e successivo controllo
Le sembra una cura adeguata? (visto il suo articolo), non vorrei assumere tutti questi farmaci i inutilmente... grazie


#2
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Questa e' la terapia standard e come primo tentativo di eradicazione e' considerata adeguata. Prego.

#3
Utente 227XXX
Utente 227XXX

Vorrei chiederle se posso prendere probiotici e coenzima Q10, (mi erano stati prescritti dal dentista abbinati ad una cura antibiotica prima di un impianto dentale).....e...posso escludere
ESOXX ONE? mi provoca nausea e amaro in bocca come fosse veleno, per tutta la notte...impossibile da resistere...La ringrazio per le sue risposte

#4
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Teoricamente si ma ogni modifica di terapia va concordata con il collega che l'ha prescritta. Prego.

#5
Utente 490XXX
Utente 490XXX

Salve Dottore,
questa'anno ho avuto un tosse secca e gola arrossata persistenti che non sono passate con due cicli di antibiotici(zitromax per 3g+cortisone e claritromicina due volte al di per 7 giorni +cortisone ).
Successivamente a una gastroscopia è emerso che ho una gastrite helycobacter correlata, che potrebbe essere la causa dei miei bruciori di gola pi tosse.
la prescrizzione del medico che ho acominciato è stata la terapia sequenziale(5 giorni di amoxicillina+lansoprazolo seguita da 5 giorni di claritromicina+ metronidazolo+lansoprazzolo).
sono quasi alla fine della cura, i sintomi da gastrite e gola rossa non mi sembrano migliorare, la mia domanda è, avendo gia usato la claritromicina (un mese prima nel tentativo di eliminare la tosse, per sette giorni due volte al di) è il caso di allungare il periodo di 5 giorni diclaritromicina+ metronidazolo almeno a 7 se non a 10 per evitare resistenza ?

#6
Utente 227XXX
Utente 227XXX

Salve!. 2 anni fa anche a me è stato trovato l'helicobacter e ho iniziato una cura con AMOXICILLINA X 10GG (2volte al di) e CLARITTOMICINA 500mg x 10gg (2 volte al di), ma non riuscivo a reggerla e mi sono rivolta ad un altro gastroenterologo che mi ha prescritto il farmaco PYLERA, son riuscita a portare a termine la cura e al controllo il batterio è stato eradicato...

#7
Utente 227XXX
Utente 227XXX

Chiedo inoltre al Dott. Favara un commento sul farmaco, grazie

#8
Dr. Andrea Favara
Dr. Andrea Favara

Ottima opzione e obiettivo raggiunto direi.Prego

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche Helicobacter 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati