Pillola ed emorragia da sospensione

Dr. Nicola BlasiData pubblicazione: 06 dicembre 2012

Spesso mi capita di percepire che tra le cause più frequenti di interruzione dei contraccettivi ormonali (CO) ci sia la "assenza della emorragia da sospensione" presente più comunemente nei CO a basse dosi.

Le pillole a basso dosaggio possono avere un insufficiente contenuto di estrogeni per indurre la proliferazione (crescita) dell'endometrio. Gli effetti del progestinico (2° componente della pillola) prevalgono a tal punto da produrre un endometrio atrofico di basso spessore che non sanguina alla sospensione della pillola.

Secondo uno studio (DeCitina), l'amenorrea (mancato flusso) può essere una delle cause più comuni di interruzione, più che le irregolarità mestruali.
L'assenza della emorragia da sospensione può generalmente essere gestita con il passaggio a un contraccettivo con un contenuto ormonale maggiore o provando una formulazione trifasica o quadrifasica.

Le donne con amenorrea tendono a preoccuparsi della possibilità di una gravidanza. A volte, nonostante un counselling adeguato, molte utilizzatrici di CO sono portate a credere che la mancanza della mestruazione sia nociva per la salute, altre che sia segno di una gravidanza, altre non avendo avuto il flusso mestruale alla sospensione, non iniziano un nuovo blister di pillole.

In assenza di emorragia da sospensione è valido raccomandare di iniziare il blister successivo una volta esclusi problemi di compliance, vomito o interazioni con farmaci.Se vi è assenza di emorragia da sospensione per due cicli consecutivi, allora la donna dovrebbe consultare il ginecologo prima di iniziare la confezione successiva.

Quindi nessuna correlazione tra assenza o riduzione dei flussi mestruali e mancato effetto contraccettivo degli estroprogestinici (CO).

Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

2 commenti

#1
Utente 291XXX
Utente 291XXX

Buona sera volevo porre una domanda e spero mi risponda al più presto... Io prendo la pillola planum da quando avevo 16 anni (ora ne ho 24) questo mese ho iniziato la confezione il 2, ma l 11,il12, e il 13 l ho dimenticata... Il 13 ho avuto un rapporto completo ed ero nei giorni dell'ovulazione dopo il rapporto ho avuto un forte dolore/fitta all'ovaia sx e di notte non ho dormito benissimo... (Il 14 mattina ho preso la pillola che avrei dovuto prendere il 13 e alla sera come d'abitudine l altra e così via...) 2 ore dopo averla presa mi è arrivato il" ciclo" anche se mancavano ancora 9 pillole dal blister.... È possibile che io sia rimasta incinta???ora ho ancora 5 pillole da prendere cosa m devo aspettare? Mi tornerà il ciclo? Non ci capisco nulla!!! Aiutooo:))) spero d essere stata abbastanza chiara...attendo con ansia una risposta grazieeee

#2
Utente 293XXX
Utente 293XXX

Salve! è da circa 2 anni che assumo la pillola gracial..1 settimana e mezzo fa ( quasi a fine blister) ho avuto rapporti..ho dimenticato di assumere la pillola per circa 1 giorno e mezzo..dopo di chè ho continuato regolarmente a prenderla..poco prima di assumere le ultime 2 pillole finali del blister mi è arrivato il ciclocon poco flusso.. ho finito le pillole, e sotto consiglio del ginecologo ho subito iniziato il blister successivo..ma appena finito il ciclo ( 5 giorni di durata ) continuo ad avere perdite...è il caso di cambiare pillola??? Grazie

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test