Alimentazione e rischio di vaginosi batterica

Dr. Nicola BlasiData pubblicazione: 05 aprile 2013

La dieta può aumentare la probabilità di vaginosi batterica?

Sì! Uno studio su 1521 donne (86% afroamericane) nel corso di un'indagine più ampia sulla microflora intestinale , ha dimostrato che il rischio di Vaginosi Batterica:

  • aumenta del 50%  con l'aumentare dei grassi nella dieta. Il 42% delle donne esaminate aveva una VB . Il rischio di vaginosi batterica(VB) aumentava con l'aumento dei grassi totali, dei grassi saturi e monoinsaturi.
  • si riduce del 60% con l'incremento di folati , di vitamina E e di  calcio
  • La modificazione della dieta, con riduzione dei grassi e aumento dei folati, della vitamina E e del calcio, potrebbe contribuire a ridurre la vulnerabilità alla VB e alle sue recidive. Il meccanismo d'azione più probabile è attraverso un'azione sull'ecosistema intestinale e, secondariamente , vaginale anche se non è esclusa un'azione diretta sulle capacità di difesa dell'ospite.

(Review di MENEZES et al, 2009)

Autore

blasinicola
Dr. Nicola Blasi Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976 presso Università di BARI.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Bari tesserino n° 4485.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test