Il ritorno della Sifilide, un grave pericolo per la gravidanza

Dr.ssa Lucia VecoliData pubblicazione: 19 luglio 2017

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Sifilide

La rinascita della Sifilide è l'oggetto di un interessante editoriale che è uscito di recente su Medscape, ad opera della dott. ssa Gail Bolan, Direttore CDC (Division of STD Prevention, National Center for HIV,/AIDS, Viral Hepatitis, STD, and TB Prevention, Centers for Disease Control and Prevention.

Tale malattia, notevolmente diminuita negli ultimi 20 anni, si sta riaffacciando prepotentemente negli Stati Uniti, diffondendosi a livello trasversale, indipendentemente dallo stato sociale e dalla etnia.

Tra i più colpiti spiccano i gay e i bisessuali

Anche le donne, che nelle ultime donne erano meno interessate dalla malattia, presentano un aumento preoccupante di casi di sifilide primaria e secondaria, con rischio di trasmissione congenita al feto. La malattia, se non opportunamente trattata, causa: cecità, sordità, problemi neurologici nell'adulto, morte endouterina e gravi complicanze fetali e neonatali. Fortunatamente la terapia non presenta ancora quei problemi di farmacoresistenza che si verificano nel trattamento di altre malattie a trasmissione sessuale, qualiad esempio la gonorrea,e il farmaco di scelta rimane la Penicillina G Benzatina. 

Come prevenire la Sifilide congenita?

Come per tutte le malattie di cui si ha poca pratica, perchè negli ultimi anni ne era fortunatamente calata l'incidenza, è utile ripassare le norme da seguire.

  • Fare una accurata anamnesi e il test per la Sifilide in fase preconcezionale o almeno all'inizio della gestazione
  • Trattare immediatamente le donne positive a qualsiasi epoca di gravidanza con la Penicillina G Benzatina
  • Controllare che le partorienti abbiano tutte effettuato lo screening per la Sifilide e screenare tutte quelle che non hanno fatto l'esame il gravidanza al momento del ricovero in Ospedale
  • Fare una immediata Denuncia dei casi di sifilide e dei casi di sifilide congenita alle Autorità sanitarie

 


 The Rising Tide of Syphilis: Coming To A Patient Near You- Medscape- Jul 14, 2017

Autore

luciavecoli
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1980 presso Università. Di Pisa.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Lucca tesserino n° 1235.

6 commenti

#1
Dr. Giulio Biagiotti
Dr. Giulio Biagiotti

Già. Non a caso in Italia la legge impone che le coppie in procinto di sottoporsi ad una Procreazione Medicalmente Assistita debbano essere sottoposte anche al test per Sifilide.
Buon lavoro!

#3
Utente 441XXX
Utente 441XXX

Però se è vero che l'uso del preservativo ne impedisce la trasmissione...
Perché sarebbe ritornata???
Non penso che le persone facciano sesso occasionale senza precauzioni...
Oppure no?

#5
Utente 540XXX
Utente 540XXX

Salve gentili dottori. Una domanda un pò complicata. Sono molto preoccupata. In passato mio marito era diagnosticato Treponema pallida positivo e stato in cura. Sono uscita positiva anche io e mia figlia più piccola che aveva età di 4anni. Non era malattia trasmessa dal gravidanza. E andato tutto bene. Ora mia figlia ha 24anni e al 32 settimana di gravidanza durante esami uscita positiva al test per anticorpi IgM IgG. La domanda. Ma esame per anticorpi Treponema pallida rimane positivo per tutta la vita.? Come marito e negativo . C'è pericolo contagio di questi anticorpi per bambino? Mia figlia non ha mai saputo di questo fatto era bambina e ora non so come è se devo dire. Grazie

#6
Utente 441XXX
Utente 441XXX

Riproponi il tuo quesito nella sezione consulti e se e possibile fallo.... in un italiano più digeribile!

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche sifilide 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati