Il linfonodo sentinella è il primo linfonodo di drenaggio di un tumore. La sua asportazione e analisi patologica permette di definire lo stato linfonodale (eventuale diffusione di malattia) riducendo gli effetti collaterali di una asportazione radicale di tutti i linfonodi, permettendo quindi una modulazione delle successive terapie.

In ambito ginecologico la metodica del linfonodo sentinella può essere utilizzata nella stadiazione e trattamento di tumori della cervice, tumori dell’utero/endometrio, tumori della vulva e perfino nei tumori ovarici iniziali.

L’utilizzo di traccianti fluorescenti, non radioattivi, e l’avanzamento tecnologico hanno fatto sì che la ricerca dei linfonodi sentinella sia sempre più entrata nella pratica clinica, permettendo di eseguire gli interventi in chirurgia mininvasiva (Laparoscopia).

Logo medicitalia.it