disturbo-bipolare

Stabilizzatori dell'umore o appiattimento?

Dr. Matteo PaciniData pubblicazione: 25 agosto 2019Ultimo aggiornamento: 24 marzo 2021

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa

Quando si indica l'obiettivo di una terapia per i disturbi ricorrenti dell'umore, in particolare dei disturbi bipolari maggiori, il termine che comunemente si utilizza è quello di “stabilizzazione”, e quindi di farmaci stabilizzatori dell'umore per indicare lo strumento terapeutico, o “timoregolatore”, cioè regolatore d'umore.

L'instabilità dell'umore su una linea retta

Questi termini suonano a molti antipatici, perché danno l'idea di una forzatura del proprio umore e delle sfaccettature che lo caratterizzano verso una ipotetica linea piatta, intermedia tra la depressione e l'eccitamento.

Nella rappresentazione grafica più diffusa, i disturbi dell'umore sono rappresentati come curve in su o giù rispetto ad una linea “zero”, dove l'ampiezza indica la gravità dei sintomi, la larghezza la durata, e il verso il “polo” umorale.

In questa grafica tra l'altro lo stato misto già non ha una sua traduzione lineare (si rappresenta con barre verticali) e il quanto più un punto è distante dalla linea zero, tanto più se prosegue nel tempo tende ad essere seguito da una fase vera e propria. Ciò è relativo tuttavia.

Esistono per esempio linee stabili di depressione e anche stati misti “stabili”, mentre è meno probabile una “linea” stabile di mania.

Flessibilità e rigidità

La linea però dà idea di serie di punti uguali. Ciò non somiglia alla fisiologia dell'umore, ma piuttosto somiglia alla rigidità delle fasi dei disturbi.

Si può essere rigidi depressi o rigidi eccitati e in questo caso si deve immaginare la normalità come una linea ondulata, irregolarmente e in maniera dipendente dalle sollecitazioni esterne, così come può essere un mezzo liquido, che ondeggia e si adatta, si alza e si abbassa di livello, ha correnti interne e increspature.

La patologia inizia nel momento in cui il liquido diventa solido e le sue capacità di adattamento e modificazione sono ridotte. Questa rigidità richiama altri concetti comuni alle varie fasi del disturbo bipolare: la sincronizzazione (le varie funzioni sono tutte spostate verso lo stesso polo, eccitato o inibito) e la polarizzazione (una funzione si esprime in maniera deviata verso un polo, eccitato o inibito).

In questi termini è maggiore la somiglianza tra una depressione e una mania, di quanto non lo sia quella che c'è tra normalità e una delle due fasi, pur di polarità opposta.

La rigidità dell'umore, che non cambia con sollecitazioni esterne ma persiste in un assetto “polare” è piatta, è uno schiacciamento contro il pavimento o contro il soffitto.

Flessibilità al centro, rigidità ai poli. Si sa anche che nel disturbo bipolare l'umore non è stabile ed è soggetto bruschi cambiamenti “viraggi”, e nelle fasi eccitate non sono rari brevi viraggi depressivi, per lo più agitati. Il viraggio potrebbe essere rappresentato come un passaggio, ma non sotto o sopra una linea, bensì a destra o a sinistra di uno stesso piano di schiacciamento, di polarizzazione.

Probabilmente questo piano, questa volta per meglio dire, su cui scorre l'umore da un polo all'altro, è diverso per le malattie depressive (che di polo ne hanno uno solo), e le malattie bipolari.

 

Perché si parla di stabilizzatore di umore

Per quanto riguarda la cura, la parola “stabilizzatore” è stata inventata per indicare ciò che dovrebbe succedere, ma applicata a medicinali che in realtà sono ancora studiati come anti-eccitatori di fase acuta (anti-maniacali).

Vi possono infatti essere medicinali in grado di curare la mania e prevenire le ricadute maniacali, senza per questo riuscire a prevenire le ricadute depressive.

Esiste, per alcuni medicinali, una certa continuità tra il fatto di prevenire una fase e le altre quando sono parte di un ciclo: bloccando l'inizio del ciclo si previene il resto del ciclo. Il risultato che con uno stabilizzante dell'umore si vorrebbe è quello di riportare a una stabile duttilità e ondulazione l'umore di una persona e le funzioni connesse.

Alcuni pazienti invece lamentano una stabilità “piatta”, una sorta di eccesso di effetto anti-eccitatorio, che non riproduce un fondo dinamico e ondulato, ma schiacciato e fermo. In particolare, le persone abituate ad un rapporto diretto con le fonti di stimolazione umorale (per esempio le droghe) sono molto sensibili a questo tono “schiacciato verso il basso”.

La stabilizzazione postuma

Un'ultima considerazione riguarda la stabilizzazione postuma a fasi spontanee di mania, dopo la risoluzione della depressione eventuale che ne è seguita oppure postume a fasi di esposizione a sostanze euforizzanti.

L'ambito della normalità, che prevede una certa variabilità di qualità umorali entro una certa ampiezza di intensità senza polarizzazione, in questi casi è ristretta. La persona può essere stabile, inoffensiva, funzionale, ma non presenta vivacità umorale e può vivere male questa condizione come “ipoforica”, ovvero ridotta carica, nel bene e nel male.

Ovviamente, la sensibilità di chi ha provato picchi di euforia è molto maggiore nei riguardi della mancanza di euforia, rispetto a quanto accade a una persona lievemente depressa: tecnicamente, il lieve depresso è più spento dell'ipoforico, ma l'ipoforico vive una differenza maggiore, perché il suo riferimento è la mania o l'ipomania.

Inoltre, mentre il “normale” triste conserva la capacità di controspinta, e tende quindi a far qualcosa per tornare almeno al livello di normalità tendente all'alto, l'ipoforico si sente schiacciato in basso, ed è quindi ancora polarizzato, nonostante sia quantitativamente “normale”. La sua “soglia” di normalità si è alzata, ed egli non si sente normale se non iperstimolato. Apparentemente è un normale-depresso, potrebbe dare l'idea di essere spento in maniera permanente, invece semplicemente carbura di meno, essendo però ancora infiammabile.

Purtroppo, se per restare più acceso si deve infiammare, questo danno peggiora, per cui il punto sta nel migliorarne la carburazione, e non nel cercare vie sempre nuove e più intense di riprodurre fiammate transitorie.


Autore

matteopacini
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1999 presso Università di Pisa.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Pisa tesserino n° 4355.

28 commenti

#1
Utente 219XXX
Utente 219XXX

L'uomo su un asse cartesiano.

#2
Dr. Matteo Pacini
Dr. Matteo Pacini

Che poi fa vedere come non si riesca con due assi a rappresentare tutto, oppure di volta in volta si cambiano i parametri.

#3
Ex utente
Ex utente

C'e' un problema enorme nell'impostazione psichica della psichiatria.Ha una nosografia ferma a Krepelin(1800)e utilizza un modello che proviene essenzialmente da guru orientali.Shopenhauer(Atma),Nietzche(Volonta`di Potenza)Yogananda(Swami)Kaballah,elementi dei Catari e della dimensione Manicheista sono molto frequenti nei ragionamenti di queste persone.Porto un esempio.Se un individuo urla alle 3 di notte,lo Psichiatra ridefinisce l'urlo in un banale urlo.Se quell'evento e' cronico osservera' non l'evento ma chi non lo tollera e si altera.Questo modo di ragionare e' assurdo ma ha una sua ratio filosofica che mira a scotomizzare l'immanente e a entrare nel relativismo che e' valido per il paziente ma non vale per lo psichiatra.Un altro riferimento molto grave di questa scienza e' l'abuso da parte di questi specialisti dell'etichetta malato mentale.Stigma questo che se cade permette di osservare il funzionamento psichico degli psichiatri che tranne rarissime eccezioni usano per leggere la realta' il dato simbolico.La legge 180 ha sulla coscienza tantissimi figli di Bipolari.Clinicamente posso dire che questa malattia non ha un andamento up and down ma utilizza veri e propri cerimoniali che sembrano testimoniare la distruzione totale dell'individuo.Personalmente passando per Lacan,Binswanger,Assagioli,Klein,Bion e via via (li ho studiati tutti)fino a Sartre e Basaglia e Piro devo dire che la visione di insieme della psichiatria poggia su errori macroscopici sul trascendente.Lo psicotico come il Bipolare non ha percezione del dato immanente immediato perche' purtroppo ha subito costanti cicli di allarme che ne hanno demolito la dimensione percettiva.Questo dato traumatico viene perseguito in modo assolutamente ingiustificato nei percorsi che riducono l'individuo a soggetto/oggetto di violenza diretta e indiretta per il bene del paziente.Ho ascoltato spesso depressi nelle stanze di Cognitivi ridotti a straccio in interrogatori degni di un film dell'FBI.Altra cosa grave e' che lo psichiatra in difficolta' e incapace di decifrare metafore e tecnicismi di altre scienze utilizza il ciclo di allarme e di distruzione del cluster B.Storicizzando la psichiatria occidentale si finisce per avere grosse difficolta' a capire chi sia il malato.Spessissimo si parla di schizofrenia e si da una impostazione genetica ma mai nel dsm si parla dello psicopatico e della triade oscura ovvero di persone che sono nate con amigdale molto molto piccole e non hanno sensi di colpa.Il paradosso e' che in ambito giuridico noi abbiamo la nosografia di psicopatico ma in psichiatria no.Questo soggetto in pubblico e' un individuo assolutamente normalissimo ed e' funzionale e produttivo in societa'.Il problema e' che quello li' che presenta disturbi dell'umore spiega che e' l'altro a non essere sano e spessissimo per motivi economici ma soprattutto per un sistema familiare molto vicino alla dimensione intimidatoria mafiosa si ammala.La cosa che mi sconvolge e' che l'ho inquadrato io con una laurea in giurisprudenza ma non c'e' uno psichiatra che spiega gli errori della 180 e le sue vittime e soprattutto non si utilizzano criteri per storicizzare e contestualizzare un malessere psichico.Nagel spiega che nn esiste un non punto di vista.La psichiatria soprattutto quella postnovecento insiste a isolare e a proporre gli stessi errori di quel nucleo malsano e stregonesco della famiglia narcisistica da cui mi sembra di intuire provengano quasi tutti.I malati psichici espongono un dato chiaro ovvero che il trauma e' l'Amore.Ancora nn capisco come sia possibile che nn esiste uno psichiatra che decida di inquadrare psichiatricamente i Maestri della loro disciplina.Io se ascolto alcuni eminenti esponenti della fenomenologica mi accorgo subito che Perls era un soggetto disturbato cn evidenti problemi psichici.Come e' possibile che diventi un riferimento?Parliamo di una persona polimorfa,amava usare droghe di ogni tipo e fondo`una scuola su postulati errati.Ora io continuo a chiedermi seriamente chi siano i matti.Tra psichiatri e Matti c'e' uno sguardo di intesa?Ne la mia esperienza personale,sono rimasto senza parole.

#4
Dr. Matteo Pacini
Dr. Matteo Pacini

Condivido in parte quel che dice, ma forse non ha chiari alcuni punti della psichiatria reale.
a) gran parte dei nomi che cita di maestri o riferimenti, non rappresentano materia di studio, non sono citati oppure lo sono perché ormai noti, ma non sono studiati in termini tecnico-scientifici. Ad esempio, Kraepelin che Lei cita è ancora utilizzato per alcuni concetti sempre validi, Charcot e l'isteria sono ancora citati, ma poi c'è molto di ipotetico nel concetto di "psicosomatica", che infatti non si studia come tale.
b) I sistemi attuali sono di due correnti, di cui una è anglosassone e mira a categorizzare le situazioni, per poi risistemarle continuamente alla ricerca di categorie più precise, con una deriva impressionante di categorie (tutto diventa potenziale oggetto di ricerca, e si perde il senso della patologia, soprattutto soggettivo). Il sistema europeo privilegia la psicopatologia, e a quella segretamente fa sempre riferimento, e molto più lentamente definisce malattie, spesso purtroppo in maniera confusa e non paragonabile, cosicché tra città e città si rischia di non parlare la stessa lingua.

La cosa che non capisco è cosa significhi che il trauma è l'Amore. E' un problema centrale, forse il problema centrale della vita, ma mi permetto a questo punto una considerazione.
La psichiatria è afflitta da teorie inutili come il resto della medicina. Il problema se mai è che essendo vissuta come qualcosa di diverso, ci si permette di più di sparare teorie, a cui la realtà poi si dovrebbe adattare. La teoria del malato psichico che in realtà frutto della società è una di queste teorie, per esempio.
Insieme a tutto ciò c'è anche la medicina, e la scienza di base. E purtroppo, direi, c'è anche il condizionamento socio-culturale, nel senso che ci si aspetta che la psichiatria sia in un certo modo, gli si pongono certi quesiti, ci si aspettano soluzioni su certi ambiti, e invece serve a cose diverse, attinenti alla salute mentale genericamente, ma specificamente a certi ambiti, non "in generale" come fonte della felicità o del benessere globale. Nessuno chiede al proprio cardiologo come vivere felici o come risolvere la propria esistenza, e neanche allo psichiatra ha senso. Sarebbe come dire che chi non cade in alcune categorie non solo non è sofferente, ma è realizzato e appagato in maniera permanente e irreversibile...

Detto questo, le suggerisco di ripensare al fatto che le "scuole" psichiatriche sono tra loro diverse. C'è chi studia Freud e chi non lo considera materia di studio, c'è chi parte dalla psicopatologia e chi dalle categorie "fenomenologiche", c'è chi conosce bene cosa significa "star male" in senso soggettivo e chi lo fa equivalere ad un "funzionare male socialmente".

#5
Ex utente
Ex utente

Beh,complimenti.Ha sintetizzato molto il quadro generale e La ringrazio.Ha perfettamente ragione sul fatto che lo psichiatra viene confuso con un riferimento esistenziale,una guida personale su cosa abbia valore e senso di direzione.Il problema cmq rimane perche' posso assicurare che la schizofrenia o la patologia bipolade sembrano patologie da risvolti esistenziali e quasi fillsofici.I temi di chi queste persone sono assedi ricorrenti su cosa sia bene e cosa sia male cosa sia giusto e cosa non lo sia quando qualcosa esiste?E' come se perdessero l'immediata percezione dell'immanente e posso assicurarLe in anni e anni e anni e anni da psichiatra di necessita`che queste persone e' come se fossero state talmente profondamente traumatizzate da decidere di destrutturarsi con cicli di allarme violentissimi.Io l'ho visto clinicamente che la patologia mentale sembra come una trasmissione orale che rimanda ai miti greci.E' come se Nietzche svelasse l'arcano ovvero una Volonta' di Potenza in cui SuperIo ed Es sono contenitori di una Violenza non elaborabile in determinati momenti della vita.Io ho visto da caretaker e ho percepito per sintonizzazione l'infinito dolore che posso solo immaginare in cui sprofonda un sofferente ma a differenza dello psichiatra ufficiale credo che ci siano si vulnerabilita' genetiche ma e' anche vero che se ripenso a mio nonno uno squilibrio up and down come descrive nella curva,lo considero "cosa buona e giusta".Il mio ragionamento riguarda anche la sua Professione.Ma Le sembra normale che Studi professionali e Parenti debbano fare i salti mortali per stabilizzare un individuo che vive come in una stanza psichica esplosa o che sta per esplodere?Gli psichiatri sono abbandonati e noi familiari siamo abbandonati e la 180 ha prodotto vittime perche' sappiamo entrambi che quella curva se non somministri uno stabilizzatore che riequilibri la dopamina non possiamo dare nessun futuro a queste persone.Questo significa finirla con il relativismo e dire a chiare lettere che esistono dei limiti entro i quali la persona deve rimanere.Se quei limiti li supera e diciamo che sono assolutamente indifferenti per dato culturale noi mettiamo in discussione l'elemento trascendentale umano che ha una ragione.Io sono consapevole che se sfondo una vetrina reco un pregiudizio o se uso droghe produco un danno alla mia persona ma questo dato se diventa simbolico e basta beh sto mettendo in discussione il mondo come Cartesio e qui siamo nel Delirio.E' molto sottile ma la mia sensazione e' che oggi il medico sia diverso da ieri,ovvero tema di fermare l'immanente in un dato finito:E' cosi' punto.Questo schema di perenne incertezza sul reale ontologicamente ignoto che pero' si rinsalda nell'epifenomeno biologico,mi ha sconvolto.Le assicuro che con un delirio paranoide molto serio,ho visto colleghi rimanere incerti.La Psichiatria e' una scienza ma soprattutto a differenza delle altre scienze si va a interporre sul contenuto del contenitore ovvero sulla propria identita' Autentica esistente e strutturata in modo unico.Quello li' che ha la curva che lei descrive perfettamente(Anche Lacan diceva cose molto simili in materia )ha nn solo un dato tecnico e biologico ma anche simbolico e incredibile ha un valore di accomodamento al reale che sembra nn riescano a sostenere alcune persone.E' come se collassasse in loro il mondo e si bilanciano con Up and down.Subirlo e'molto molto importante.Devi diventare uno psichiatra senza laurea per sostenere queste persone.Io spero che ci siano maggiori studi su chi e' socialmente coerente congruente e socialmente impeccabile ma cosa espone e' una recita psichica.L'unico centro che ha iniziato a osservare questi Buon Padri di Famiglia che in casa si mostravano Altro e non solo in casa e' un riferimento a Roma in ambito di coping cognitivi.Sul dramma dei bipolari e degli schizofrenici e borderline e sulla curva umorale di chi viva cicli di allarmi perenne ci siamo e lo descrive anche benissimo.Il problema e' iniziare a parlare di un vuoto nel Dsm:lo psicopatico maligno.Non sono semplici narcisisti e combaciano alla perfezione con le loro vittime.Spessissimo li ritroviamo in ruoli di potere molto elevato nel tessuto sociale.La curva in queste persone e' completamente piatta apparentemente ma dietro quella linea c'e' un sinusoide con picchi elevatissimi e non sono assolutamente percepibili in pubblico.Quelli li`fanno paura e ahime' spesso sono in posizione apicale nella societa'.

#6
Ex utente
Ex utente

Mi scuso per gli errori ma ho scritto di getto e non posso modificare il testo

#7
Ex utente
Ex utente

Come al solito scrivo male per il tempo.Il senso e' che io ho la sensazione che dietro Bipolari e Schizofrenici che alternano soprattutto nella variante paranoide Letargia e aggressivita`un "incontro"relazionale con uno psicopatico che non passa quasi mai sotto l'osservazione della Psichiatria.Io spero che il dsm apra le porte all'altra faccia della Schizofrenia ovvero persone assolutamente coerenti e congruenti che poi in ambito giuridico arrivano alla cronaca manifestando una violenza e una disumanita' incompatibile con la facciata sociale.

#8
Ex utente
Ex utente

Appiattimento o stabilizzazione?
A volte credo sia una sensazione di combattere contro dei mulini a vento ma mi auguro non sia una decisione paragonabile alla decisione del pastore a fronte della pecorella smarrita :) buona settimana.

#9
Utente 563XXX
Utente 563XXX

salve, faccio uso di cocaina 5 volte alla settimana.e sono risultato piu volte positivo lasciando l urina al ser t e la patente mi e stata revocata.circa 2 anni fa e o problemi di condanne penale posso fare domanda di invalidità a inps o 45 anni

#10
Ex utente
Ex utente

Non e' il posto giusto per fare questa domanda.Immagino a occhio che lei sia un recidivo con obbligo di firma.Se l'idea e`di autodiagnosticarsi una invalidita`permanente,ti assicuro che non e'la inguardabile questa strada salvo tu non intenda finire davanti ad una Commissione che richieda la demenza totale per 780 euro al mese.Dopo due anni si ritorna in commissione.Arrivano domandoni molto complessi:50 euro sono 50 euro?La risposta e'Si Ok e'sano.No per farti capire la mentalizzazione demenziale dello psichiatra medio italiano.Mai mi sarei aspettato una tale idiozia diffusa,ma loro funzionano con la Volonta'di Potenza sul noto e con il pensiero cognitivo minimale.Nel mio caso,un Bipolare 1 l'ho dovuto diagnosticare io cn la laurea in Giurisprudenza.La situazione della psichiatria italiana e' al collasso per deficit di bilancio molto seri.Oggi un malato di Sla segue le logiche del Cognitivo:SEI TU CHE STAI MORENDO!COSA PUOI FARE DI DIVERSO?E'capovolto tutto cn le istituzioni italiane.Vorrebbero giustificare questo Stato Asociale,cn la Volonta'di Potenza su persone in difficolta'seria ma essenzialmente in Italia non esiste Stato sociale,non esiste nulla come in Paesi evoluti normativamente e soprattutto esistenti.Qui funziona che lo Stato e'immaginario se sei Tu in difficolta'ma e'Esistente quando si tratta di versare il 50%di Tasse.Posso dire per esperienza personale che un delirante paranoide in mano all'Asl,era ok.Me l'ero immaginato per 13 anni cosa diamine combinava in casa.Sempre per esperienza personale,non ti consiglio la strada intrapresa perche`finiresti con siringhe di Haldol ogni 28 giorni e un possibile squilibrato che ti propone :COSA PUOI AGIRE DI DIVERSO PER TE?Sono trasmissioni orali che hanno appreso per ovattare la situazione inesistente di Stato sociale.

#11
Ex utente
Ex utente

Pardon non e`percorribile.Errata corrige

#12
Ex utente
Ex utente

Perché avere sempre l'egoismo del predone o del barbaro ? Perché non quello del giardiniere?
Gioia di coltivare gli altri come un giardino.
Nietzsche "il predone,il barbaro ,il giardiniere " .

#13
Ex utente
Ex utente

Nietzche e'la base dello Stato moderno e del pensiero minimale.In sostanza tu sei un oggetto ignoto.E'la Volonta'di Potenza a determinare la trascendenza.Questa impostazione nella dimensione cristiana e' eretica perche'demolisce la relazione tra Creatura(ignota per disegno)e Creatore.Essendo indifferente qualsiasi cosa e riducendosi ad immaginazione qualsiasi emozione e qualsiasi agito resta solo la Volonta`di Potenza.Nello specifico lo Stato non ritiene importante la condizione umana dei suoi cittadini e mira alla totale demolizione dello Spirito critico e soprattutto della autopercezione di essere umani.Il risultato e' questo qui.Il pensiero minimale funziona con cosa e' noto.Per esempio,nel qui ed ora sei un recidivo su cui insiste una necessaria terapia.Punto.Non ha alcun interesse la condizione umana di quella persona.Questa porcheria viene dal compasso della massoneria.Se andiamo vedendo come nasce la Psichiatria e come si sviluppa e sulla base di quali studiosi,vengono tutti da li`.Da poco sembra stiano diventando medici ma non capiscono nulla di tracciati,valori ematici,elettrocardiogramma e ignorano cosa significhi avere valori scompensati.Sono fermi al 1800 per nosografia e insistono cn l'impostazione della separazione tra immanente e Volonta`di Potenza.Questo spiega come mai siamo in queste condizioni limite nelle strutture Ospedaliere,nelle Universita`e nella dimensione sociale di aiuto dve manca lo spirito concreto di misericordia e di percezione dell'Altro da Se in sofferenza.Loro si muovono come l'impero Pagano.Capovologono la croce e ti attaccano.Prova a fare una visita oncologica e vedi i tempi.Devi morire.Il Bipolare?Non esiste.Te lo sei immaginato.Nella Regione Campania dopo un certo orario nn si trovano oculisti.Ovviamente se fai esposto dopo 10 anni forse ma dico forse accade qualcosa.Questo ha una base filosofica ed ermetica cioè che e' indifferente comportarsi bene o male e sintonizzarsi tra le persone che sno in sofferenza e non capaci di provvedere momentaneamente a se stesse per patologie severe.Questo Nietzche e questo e' l'appiattimento demenziale delle nostre strutture.Ovviamente ce lo immaginiamo.Nn esiste niente di cosa scrivo.E'un po`come Ustica.Un aereo cade.Punto.Nn esiste nulla di cosa dici.Lo decide lo Stato cosa esiste.E infatti oggi sappiamo ma la cosa curiosa e' che nn si puo`dire.Questo e' il modello e nel 2019 rispetto al Medioevo nn e'la cambiato nulla.

#14
Ex utente
Ex utente

Altro errore cognitivo.Avere lo spirito del Giardiniere mentre sei con un malato importante e strutture ospedaliere che peggiorano la tua condizione non e'la sensato.Qua in terra nessuno e`Dio,Stato compreso e far passare la teoria che te lo immagini tu o la fantasia megalomane che sei Tu l'artefice di tutto alla D'Annunzio,questo e' falso.O muovi il sederino nell'Asl o ti porto davanti ad un Magistrato.Se arrivassero ogni giorno 3000/4000 querele le cose cambierebbero ma essendo gli italiani un popolo di pecore depresse,credono ancora al Grado di Vossignoria che trovera'un aiuto.La gente e'convinta ancora che i servizi si ottengono tramite conoscenze.La situazione e' ben descritta dalla Corte dei Conti.Tutto questo lo dobbiamo alla filosofia Manichea.E'assolutamente indifferente tutto.Che cambia?Niente.Niente Siamo.Il problema e' che esistiamo e ci siamo e siamo umani.Spero che qualcuno lo ricordi ancora.

#15
Ex utente
Ex utente

A proposito,lo scrivente sarebbe depresso e il Caregiver(Bipolare 1)fino a 2 anni fa`non aveva nulla.Ha delirato per 14anni ma davanti allo Psichiatra lo prendeva per i fondelli.Questo per farti capire il pensiero minimale dove porta.Una con una faccia da pazza totale lo notavamo tutti per rispecchiamento ma i tecnici non notavano appiattimento delle emozioni e movimenti onestamente incongrui(agitazione motoria).Dirai e' capitato a me?No.Solo io ne conosco altre 8 di famiglie combinate con lo stesso iter.Questo e' il risultato della totale indifferenza a tutto di modello errati che si tramandano oralmente.

#16
Ex utente
Ex utente

Altro problema :I tempi.Premesso che nn esistono sussidi,nn esiste un aiuto,ma Basaglia nn ha fatto altro che prendere l'ingestibilita'umana e scaraventarla sulle famiglie ma la cosa divertente è che vanno avanti con i convegni.La cosa totalmente dissociata e' che non si rendono conto che in una societa`senza servizi,senza lavoro,senza prospettive e con una tassazione insostenibile restano poche opportunita`.Chi puo`investire va via dall'Italia e chi resta qui muore oppure fa parte di questo sistema che mi vuole far credere che i diritti umani sono una pubblicita`e quattro persone "importanti"che battono le mani e parlano di scoperte incredibili.Sulla mente umana non si sa nulla.Sappiamo pochissimo.Molto poco.Sappiamo che le facolta`mentali peggiorano con l'esposizione perenne a cicli di allarme.In una societa'che non ti permette di vivere che non ti cura se ti ammali,che non offre servizi e che non permette di avere una prospettiva a medio termine,il problema sei TU(CARICALO MOLTO,PER INSISTERE L'AGGRESSIONE E LA COLPA)mica 2200 miliardi di debito.Ora ai tempi di Craxi in Italia mangiavano tutti e questo discorso si poteva fare,ma nel 2019 l'asse cartesiano non regge piu`.Qua la follia e' una naturale espressione ambientale che ha superato la soglia massima di accettazione umana,salvo per individui che presentano uno scarso score empatico e una capacita'produttiva elevata.Di solito sono narcisisti e psicopatici e queste persone funzionano perfettamente in questo modello alienante alienato.Per questo i matti gravi sono senza cure e spesso sno proprio nei centri di Potere.Questa gente ha reciso con l'umanità e standardizza gli uomini a cose tra le cose.Ovviamente cosa resta?Gesu`per molti e persino li`No oo nn esiste niente!Nn scientifico!Se spieghi che nn e' una competenza dello psichiatra o del terapeuta ti ritrovi Ogden e le difese ossessive.Io ormai li so a memoria.La situazione cme ha detto giustamente Cantone,non e'piu`gestibile.Onestamente ignoro le evoluzioni della sanita`in Italia.Quella mentale e' senza fondi,con psichiatri che nn so se condannarli o se compatirli perche'sono in una condizione personale ingestibile.Nn ci sno fondi

#17
Ex utente
Ex utente

Quindi secondo te come si concilia la trasvalutazione dei valori,operata secondo il principio della volontà di potenza ,con il nichilismo?

#18
Ex utente
Ex utente

Vediamo di risponderti.Lo psicotico in realta`ha un oggetto noto e ignoto su cui insiste Volonta'di Potenza (Distruzione)per rispecchiamento.Nella dimensione Borderline si chiama ciclo di allarme.I valori sociali colti in Questa direzione non esistono ma sno semplicemente frutto di un processo che e' indifferente e relativistico.Questo e' la Grundnorme della psichiatria che in alcune flessioni "magiche"assume un valore immanente simile ai mandala della dimensione orientale(Pensa all'Easelen di Naranjo o di Grudjeff)su cui insiste Volonta'di Potenza L'esito e' che nn esiste Dio,ma e' piu`una forza propulsiva distruttiva sul modello neoplatonico.Il risultato secondo loro produce l'essere che si manifesta attraverso le subpersonalita'sul cui fondo nn c'e'nulla.Questo spiega come mai uno psichiatra nn si rende conto delle enormi fesserie che sostiene quando una persona spiega funzionamenti psicopatologici.Assume una posizione autoritaria sull'identita'dell'Altro e la annienta perche' secondo loro un oggetto senza elementi vitali e una Ragione e' perfetto.Lo puoi vedere in Krishnamurti.Mori'ebete al pari di Nietzche.I valori sono indifferenti.Nella dimensione cristiana invece sul principio della tua vita(oggetto)insiste non la Volonta'di Potenza ma la Creazione(Amore)Che e' prodromico alla manifestazione qui ed ora ad un tuo agito consapevole e soprattutto sentito.Le persone con disagio mentale salvo rari casi,hanno avuto quasi sempre famiglie contenitore in cui erano invisibili e su cui insisteva violenza.Lo Psichiatra di solito finisce l'opera perche'cosa e'la certo o incerto finisce sotto il nichilismo Astratto istituzionale.In sostanza la base degli stati moderni prevede non solo la morte di Dio ma anche degli uomini che credono nel Dio abramitico.Questo ti spiega come sia possibile una norma considerata di grande spessore morale quale quella di prendere i sofferenti mentali e aggredire i familiari che ne vengono distrutti.Il pensiero minimale dice:Nel qui ed ora alle 4 di mattina il Caregiver nn si ferma.Punto.Nn si chiede ma io dormirei a quell'ora con una peripatetica agitata?Manca l'essere umano e cosi'ti spieghi come ragionano(malissimo)alcuni psichiatri Ma li capisco.Devono difendere l'indifendibile.

#19
Ex utente
Ex utente

Grazie per la tua risposta
il nichilismo come un sintomo e per quanto passivo il sintomo della vita decadente,e per quanto attivo il sintomo della vita ascendente e quindi di quella vita che deve e che può operare la trasvalutazione dei valori. Non c'è contraddizione ma solo contrapposizione tra i due concetti,quella che nella vita stessa mette di fronte : la degenerazione e la crescita rigogliosa,il disfacimento e l'elevazione ,la malattia e la salute. Non è il pensiero a disporre dell'uomo ma la sua energia.

#20
Ex utente
Ex utente

Esatto.Ma su quella pulsione nn devi mai inserire un numero immaginario altrimenti fai come Cartesio.A quel punto nn esiste niente cmq.

#21
Ex utente
Ex utente

Il passaggio tra Ente e immaginario nn e'dimostrabile.E'percezione.Per questo il Gaslighting e'pericolosissimo.

#22
Ex utente
Ex utente

Quel sinusoide che spiega benissimo il dott.Pacini e' una istantanea su carta.Nella dimensione reale ed esistente quella persona sta raccontando di una esplosione della persona piu`importante della sua Vita in terra:il Caregiver.Vedi la Volonta`di Potenza prodotta da una Persona importante produce nello spazio un sinusoide.Se quel ciclo di allarme prodotto nn decidiamo di dire che esiste e non e` Bene,noi non capiamo il Bipolare da dove esce.Famiglie di professionisti amati in pubblico che picchiano i figli,li maltrattano,li lasciano soli gli impongono vite di altri minacciandoli con la strada..ecco io nella mia clinica ho visto questo ma soprattutto ho capito che la Volonta`di Potenza produce Croce.La Croce se si rovescia diventa guerra.I Bipolari eccellenti hanno espresso film come Bravehart.Mel Gibson non sa che la liberta`di cui parlava era la compassione e soprattutto la possibilita`di una vita dignitosa.In Italia,grazie al compasso,se hai un tumore il calvario viene dalla nostra Sanita`.Se perdi un lavoro,nn hai possibilita`di reinventarti a meno che non decidi di cambiare non modo di ragionare ma Valori.Se vedi come sono strutturati i Concorsi,capisci che nn ha alcun valore la tua conoscenza ma e'la proprio il culto della Monetina o dell'affiliazione.Esteriormente e' un paese avanzato con tanto di convegni ma e' immaginario.L'Italia esistente e' un Paese assente senza una linea di Governance e con un grado di corruzione infinito.Il risultato e' il sinusoide del prof Pacini. Se perdi la Croce scopri che sei solo.Pochi hanno questa consapevolezza.A distanza di 2000 anni,telefonino a parte,non cambiato nulla.Chi e'staro fortunato e non ha visto,nn vedra'mai il degrado istituzionale collettivo.Lo psichiatra fa quello che puo`cn il pensiero minimale ma ripeto la situazione e'molto vicina al collasso e non credo sia ancora argomentabile con frasi idiote:Sei tu il tuo destino,Cosa puoi agire di diverso per Te?Ci sta gente che dorme sulle panchine..la panchina e' indifferente!Questo modo minimale mira a demolire la Croce che le Istituzioni insistono a produrre per interesse di Potere.Quel sinusoide ha nel 90%dei casi questa spiegazione umana.Che convegno vuoi agire se nn si puo`continuare a colpevolizzare annichilendo i popoli con teoremi di Potenza?un popolo di bipolari,borderline e schizofrenici nn ho chiaro dove porti.Mancano completamente i servizi ma siamo nell'immaginario.L'Esistente sarebbe Rai 2 che ci parla di Pronto soccorso che nn esistono e di Mondi che nn ci sono.Il Mondo e qui.E qui nn esiste assolutamente nessuna Fiaba tranne una massa di delinquenti travestiti da persone perbene.L'a lontanamento dalla sfera sociale sara`sempre piu'diffuso come fenomeno perche' ormai e`evidente che la progettualita' negli Stati moderni non c'e'.Resta l'esplosivita'delle figure di Autorita`

#23
Ex utente
Ex utente

Se il volere non è libero allora non è un autentico volere e quindi anche la meta non è una vera meta e quello che viene raggiunto perde valore perché non corrisponde a quello che era voluto fin dall'inizio.

#24
Ex utente
Ex utente

Manca un particolare.Sul tuo ragionamento nn insiste un umano.E'Nagel.Un nn luogo e un non punto di partenza umano non esiste.Scrivi Secondo Volonta`di Potenza.Nn esisti.Rifletti sul nichilismo che ricollegato all'insistenza di Autorita`di Potenza ma su di Te.Io lo vedo da qui e so esattamente storicizzare il tuo movimento psichico nello spazio.Manca la Croce.Manca l'umano.E'come Heideggeir.Nn puo`quella mentalizzazione produrre senso ma produce no senso.Il Bipolare sente in fase allucinatoria proprio le parole cme le hai espressi Tu.Dove diamine sei finito?Dove e' il punto su cui insiste la tua umanita'individuale.Li`insiste la libertà e la relazione con il Divino che nn si manifesta allucinatoriamente come nei Bipolari.Lo spiega Papa Benedetto nel de Veritate.C'e'un unico punto su cui eri e sei ed e`avvenuto nella carne ovvero nel pancino della Tua Mamma.Quella memoria e'la base di una identita'coerente congruente ma UMANA che per sinderesi governa ogni pensiero e ogni logica.Senza quella,avrai Sanita'che appare in un modo ma e`altro e cosi'via ogni apparato sociale.La competenze senza la consapevolezza di esserci ed essere umani e del punto di cui ti parlo,prevede solo un risultato:distruzione.Il Bipolare demolisce tutto.In fondo Lucifero a livello simbolico ama Dio e odia l'uomo.Un ammalato se viene letto come umano d'un discorso.Se viene letto divino e`un altro.Prova con i posti letto negli Ospedali.E se puoi chiama per scherzo come Parlamentare.Prova di persona la Volonta'di Potenza e avrai l'Autenticita`.Io ormai nn sno deluso o depresso ma consapevole.Tutto qui.

#25
Ex utente
Ex utente

Cmq nn e' il caso di trollare il post.Nel valore medico il bipolarismo prevede un problema tra amigdala e corteccia pre frontale.Arrivano messaggi in modo non mediato e la reattivita`e'la disfunzionale.Come dice giustamente il medici si struttura un sinusoide ad andamento ciclico.Questo e'cosa rappresentiamo "vedendo".Con delle molecole sappiamo questo sinusoide cambia.Se la Psichiatria si fermasse qui va benissimo ma non lo agisce quasi mai.Voler spostare il Me o l'identita`nella dimensione fisiologica rimanda ad un errore kabalistico.L'insulto neurologico o neurovegetativo che produce danno va sicuramente curato ma va storicizzato e soprattutto quelli li`che costruiscono i Bipolari sono serenamente in strada.Guarda io su centinaia di persone ho sistematicamente trovato sempre la stessa famiglia narcisistica.Sempre.Capri espiatori e Gold Child.Questi ultimi purtroppo si identificano spesso in Cristo e delirano in modo messianico confondendo Se con l'Altro amato.La Psicoterapia soprattutto la PnL e la Gestalt che usa il Centauro ma anche la Fenomenologica la Psicosintesi prevedono l'impossibilità di strutturare l'Altro perche'purtroppo usano Zarathustra e Nietzche che era Bipolare.Come puo`un Bipolare curare i Bipolari?Stesso discorso Freud.L'errore e' voler confondere il simbolico e l'imaginifico con l'esistente attraverso un coping di Volonta'di Potenza.Semerari che e' un grande Psichiatra pur avendo i limiti enormi dei Cognitivi non usa il pensiero minimale e gia`presenta un aspetto che chiamiamo umanita`.Se la accettiamo l'Umanita`cambia il Mondo ma nn significa questo che diamo i sussidi a chi nn vuole lavorare ma significa saper percepire quale grado di tolleranza una comunita`puo'sostenere in termini di abuso narcisistico statale.

#26
Dr. Matteo Pacini
Dr. Matteo Pacini

Per l'utente che chiedeva della cocaina. Non ho capito invalidità per che cosa. Un uso di cocaina non necessariamente configura una diagnosi medica. Una dipendenza da cocaina se mai, o un danno dovuto all'uso di cocaina.

#27
Ex utente
Ex utente

Funziona come il numero immaginario ..per non essere manipolati si usa sempre il più e il meno prima della radice quadrata :)
Per non approfittare della pazienza e dell'ospitalità del Dott. Pacini meglio non andar son off topic. Grazie.ciao

#28
Ex utente
Ex utente

Pardon..i Capri Espiatori.Se riesci ad uscire dal sogno della Famiglia del Mulino Bianco e delle Barzellette di Stato,tu governi la tua mente quando reagisce di istinto.L'istinto a contatto con strutture narcisistiche in cui manca completamente il punto su cui insiste il Me e il Te,nel lungo periodo danneggia la Mente.Queste strutture sono indisturbate e usano le immagini al posto dell'ente incarnato umano.Sono seriamente disturbati e ti spiegano come mai e'la assolutamente indifferente ogni cosa.E'necessaria una nuova nosografia.Solo il centro Buick sta iniziando a spiegare chi ci sta dietro i grandi eroi della Storia.Amigdale minuscole e le emozioni ne hanno poche.Resta solo la Volonta`di Potenza e la Belva che e'molto pericolosa quando e'la travestita da Stato Di diritto.Ama e fai cio`che vuoi(Crowley).Uno psichiatra direbbe:Nel qui ed ora ama e fai che ti pare!Ha senso!Il problema anche significa Distruggi e distruggi chi vuoi!Significa l'opposto.

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche disturbo bipolare 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psichiatria?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Altro su "Disturbo bipolare"