L'ossitocina e l'effetto drink

Dr.ssa Sabrina CamploneData pubblicazione: 09 giugno 2015

Un recentissimo studio, condotto dai ricercatori dell’università di Birmingham, ha evidenziato la presenza di significative similarità tra gli effetti comportamentali indotti dall’ossitocina e dall’alcool.

alcoolLa ricerca, presentata dalla rivista scientifica Neuroscience and Biobehavioral Reviews, si fonda sui risultati di precedenti studi, finalizzati ad analizzare le somiglianze tra gli effetti di alcool e ossitocina sui nostri comportamenti.

 I ricercatori mettono in guardia sugli gli effetti nascosti dell’“ormone dell’amore”, l’ossitocina: che determina comportamenti simili a quelli indotti dall’alcool, con un’incidenza molto più ampia di quanto rispetto alle ipotesi iniziali.

L’ossitocina è un ormone composto da nove aminoacidi, prodotto dall’ipotalamo, e dalla ghiandola pituitaria posteriore (neuroipofisi).

È ormai da tempo riconosciuto come questo ormone svolga un ruolo cruciale durante il travaglio e il parto e successivamente nel periodo di allattamento. Inoltre, recentemente, viene indicato come elemento chiave nelle interazioni sociali e nelle nostre reazioni emotive, così è stato ribattezzato come “ormone dell’amore”.

L’ossitocina quindi aumenta i comportamenti pro-sociali come altruismo, generosità ed empatia e ci porta ad essere più propensi a fidarci degli altri. Questi effetti socio-cognitivi derivano inducono il conseguente abbassamento dei freni inibitori sociali come la paura, l’ansia e lo stress.

La sorprendente somiglianza tra le conseguenze comportamentali indotte da ossitocina e alcool sarebbe proprio in questi effetti.

Nonostante le due sostanze agiscano su recettori cerebrali differenti, causano però effetti simili sulla trasmissione del neurotrasmettitore GABA nella corteccia prefrontale e nelle strutture limbiche.

Tali circuiti neurali controllano la nostra percezione dello stress o dell’ansia, in particolar modo nelle situazioni sociali. Assumere sostanze come ossitocina o alcool può quindi far sembrare meno difficoltose situazioni come ad esempio sostenere un colloquio o chiedere un appuntamento alla persona per cui proviamo attrazione.

Se nella realtà sociale spesso le persone sfruttano l’alcool per abbassare i livelli di ansia nelle relazioni sociali per essere meno inibiti, l’ossitocina sembra mimare questo effetto in laboratorio: quando fatta inalare sembra riprodurre proprio gli effetti del consumo di alcolici.

 

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25956250

Autore

sabrina.camplone
Dr.ssa Sabrina Camplone Psicologo, Psicoterapeuta

Laureata in Psicologia nel 1998 presso UNIVERSITA' DEGLI STUDI ROMA .
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Lazio tesserino n° 9426.

1 commenti

#1
Dr. Manlio Converti
Dr. Manlio Converti

La voglio subito... sono un asociale per natura... ed un astemio!

Effetti collaterali ignoti?

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche ossitocina 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio