Stress lavoro correlato

Dr.ssa Celine PelleiData pubblicazione: 31 ottobre 2017

Che cos’è lo stress legato all’attività lavorativa?

Lo stress legato all’attività lavorativa si manifesta quando le richieste dell’ambiente di lavoro superano la capacità del lavoratore di affrontarle (o controllarle). Lo stress non è una malattia, ma può causare problemi di salute mentale e fisica (come ad esempio depressione, esaurimento nervoso e cardiopatie) se si manifesta con intensità per periodi prolungati. Lavorare sotto una certa pressione può migliorare le prestazioni e dare soddisfazione quando si raggiungono obiettivi impegnativi. Al contrario, quando le richieste e la pressione pentano eccessive, causano stress. Lo stress può essere provocato da problemi sul lavoro o in altri ambiti, oppure da entrambi.

 

Quali sono le cause dello stress sul luogo di lavoro?

Lo stress può essere causato dalla maniera in cui il lavoro è organizzato sul luogo di lavoro e dalle mansioni che si devono svolgere. Le cause di stress possono essere le seguenti:

 

  1. Atmosfera (o "cultura") nel posto di lavoro e come lo stress viene visto.
  2. Richieste di prestazioni che pesano sui dipendenti, quali ad esempio la presenza di troppo o troppo poco lavoro da fare e l’esposizione a pericoli fisici quali il contatto con sostanze chimiche o con rumori pericolosi.
  3. Controllo – in che maniera è possibile influire sul modo in cui si svolge il proprio lavoro.
  4. Rapporti sul luogo di lavoro, comprese eventuali situazioni di mobbing.
  5. Cambiamento – in che misura si viene informati dei cambiamenti; si ritiene che essi siano ben pianificati?
  6. Funzioni – è chiaro quali sono le funzioni affidate? Vi sono eventuali conflitti dovuti all’assegnazione delle funzioni?
  7. Sostegno da parte dei colleghi e dei responsabili. Formazione per garantire che vengano fornite le competenze necessarie a svolgere le mansioni affidate.

 

Che cosa dovrebbe fare il datore di lavoro per ridurre lo stress legato all'attività lavorativa?

I datori di lavoro sono giuridicamente obbligati a tutelare la salute e la sicurezza sul lavoro. Gli ispettori del lavoro forniscono la loro assistenza per fare sì che i datori di lavoro rispettino quest’obbligo. I datori di lavoro devono inpiduare le cause dello stress legato all’attività lavorativa, valutare il rischio e adottare le misure preventive più opportune per prevenire le malattie sul lavoro. E’ opportuno consultare il collaboratore o il rappresentante sindacale in merito ai cambiamenti del posto di lavoro che influiscono sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori, avendo cura di comprendere quelli che potrebbero provocare una situazione di stress legata all’attività lavorativa. È necessario collaborare seguendo determinate politiche e fornendo il proprio contributo per l’inpiduazione dei problemi e delle relative soluzioni.

Autore

celine.pellei
Dr.ssa Celine Pellei Psicologo

Laureata in Psicologia nel 2005 presso Urbino.
Iscritta all'Ordine degli Psicologi della Regione Marche tesserino n° 2411.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche stress da lavoro 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Psicologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati