Inappropriatezza di angioTC e angioRM per lo studio angiomi

Dr. Pierluigi GiordanoData pubblicazione: 29 novembre 2012Ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2012

Spesso al radiologo giungono richieste di angioTC o angioRM per lo studio di angiomi. Purtroppo la radice della parola genera confusione. E' vero che l'angioma da un punto di vista microscopico è un "gomitolo" di vasi, ma da un punto di vista macroscopico è un nodulo. L'esame angioTC o angioRM studia i flussi nei vasi di grosso e medio calibro, perciò non è indicato.

In caso di angioma (dopo lo studio ecografico preliminare, eventualmente eseguito con mdc) l'esame più opportuno da richidere è:

- TC con mdc

- RM con mdc.

Autore

pierluigigiordano
Dr. Pierluigi Giordano Radiologo interventista, Radiologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso Seconda Università degli Studi di Napoli.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Lecce tesserino n° 7234.

3 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Radiologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test