Utente 267XXX
Buonasera,
Non so se scrivo nella sezione giusta ma vorrei delle delucidazioni su cosa comporta infiammazioni ai linfonodi.
Il consulto riguarda mia mamma ,anni 53 che durante una visita ginecologica ( nella norma) è stato trovato, durante la palpazione del seno, un linfonodo leggermente infiammato sotto l' ascella.
Vorrei sapere se queste infiammazioni sono dovute per forza a problema i al seno o possono esserci molteplici cause.
Premetto che mia mamma fu operata al seno circa 4 anni fa per iperplasia atipica con istologico negativo .
Ie successive mammografie negative ma dovrebbe tornare a breve a fare il controllo, l ultimo fatto col programma di screening 1. Anno e mezzo fa.
Il lunfonpdo può essere rimasto infiammato?
Durante la palpazione del ginecologo al seno non è stato riscontrato nulla. La ringrazio per l' attenzione .
Saluti

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina la presenza di un linfonodo infiammato a livello ascellare può essere la reazione ad una infiammazione del cavo ascellare da reazione a deodoranti o ad una infezione di una ghiandola sudoripara (idrosoadenite). Se l'intervento al seno di 4 anni fa non aveva dato indicazioni tumorali e al momento non ci sono nodulazioni particolari, non è da pensare che vi siano rischi specifici. Comunque penso che il medico abbia dato alla mamma qualche terapia anti infiammatoria per risolvere la situazione. nel caso il linfonodo persista è bene farsi vedere da un chirurgo della mammella (in policlinico a Modena c'è un centro molto buone di chirurgia della mammella in cui la mamma può essere seguita). Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 267XXX

Buonasera dottore, no il medico curante non ha dato nessun antinfiammatorio, ma ovviamente mia mamma è già seguita al centro di modena a cui si è riferito, fu operata li.
Il 9 ottobre avrà la mammografia e poi le farò sapere l'esito.
Colgo occasione per ringraziarla della tempestiva risposta e delle sue rassicuranti delucidazioni in merito. Cari saluti

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Tanti auguri. Cordialmente gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#4] dopo  
Utente 267XXX

Buongiorno,le volevo chiedere se è un discorso che vale per i linfonodi profondi ( che è quello in questione) o se si riscontrano infiammazioni è più preoccupante? Grazie ancora

[#5] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina se il linfonodo è profondo e non dolente e non vi sono segni di infiammazione nella area, ovvero sia nell'ascella o nella porzione laterale esterna della mammella stessa (brufoli o altro) il linfonodo deve essere visto con attenzione in relazione alla mammella.In questo caso una visita presso il centro della mammella varrebbe la pena di farla. cari saluti
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#6] dopo  
Utente 267XXX

Quindi dottore può essere ricollegato al seno? Quali richi ci possono essere con un linfonodo un po’ ingrossato? Si parla del linfonodo sentinella?È stato trovato dalla ginecologa, noi alla palpazione non abbiamo sentito nulla, se il ginecologo alla palpazione del seno non ha riscontrato formazione nodulose, c’è da allarmarsi? Ecografia il 7 ottobre a sassuolo e mammografia a modena il 9 ottobre.
Grazie ancora

[#7] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina, se il seno non presenta noduli o processi infiammatori, è possibile che sia un linfonodo presente anche in passato e non apprezzato o può essere l'espressione di una infiammazione sul braccio. Comunque visto che sono già in programma delle indagini strumentali, attenda quelle date e faccia presente al medico della presenza del linfonodo rilevato dal ginecologo. Se la mamma si rende conto che il linfonodo si ingrossa allora sarà bene farsi vedere dal medico del centro della mammella.
cari saluti
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#8] dopo  
Utente 267XXX

Grazie infinite a presto!

[#9] dopo  
Utente 267XXX

Dottore mi scusi ma siamo molto in ansia,
Possiamo stare pressoché tranquilli o è grave?
Grazie della tempestività

[#10] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina se il linfonodo si è ancora ingrossato è bene che la mamma si faccia vedere dal medico di base. In ogni modo tra pochi giorni farà la mammografia e quindi si chiarirà se c'è qualche problema. Comunque sia se il linfonodo fa male o comunque è dolente è del tutto improbabile che sia da imputare ad un tumore al seno che peraltro non è stato apprezzato dal ginecologo. L'intervento al seno della mamma non era un tumore e quindi non è nemmeno da pensare che possa essere legato a quello. Mi faccia sapere.
cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#11] dopo  
Utente 267XXX

Gentile dottore, il linfonodo lo ha sentito la ginecologa alla visita di routine ma non è dolente, infatti noi non ce ne eravamo accorti. Il seno alla palpazione rigorosa e mericolosa è risultato libero e come lei ha ribadito il vecchio intervento è stato fatto per precauzione ma è stato riscontrata un iperplasia aripica non maligna! Le seguenti mammografia tutte regolari.
Ovviamente mia mamma non è in menopausa e da pochi giorni aveva finito il ciclo, 2 per l esattezza.
Spero che dalla descrizione le mie preoccupazioni mon siano fondate!
Oltre a quello il linfonodo non è creschiuto! Ah mi sono dimenticata di dire che pochi giorni dipo la visita le è scoppiato il raffreddore e tosse che ha ancora oggi
Attendo risposta

[#12] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina le posso solo dire che non c'è motivo di preoccupazione di aspettare con serenità la mammografia e la visita. Il raffreddore e la tosse non centrano niente con il linfonodo. Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#13] dopo  
Utente 267XXX

Gentile dottore la ringrazio della sua tempestività e chiarezza.
Le farò sapere
Un sincero grazie.