Una visita dall'andrologo dopo aver fatto un esame ormonale,il medico mi ha prescritto una cura

ho 54 anni,tre anni fa ho avuto un problema di erezione,quindi ho fatto degli esami,(mio padre ha avuto problemi cardiaci ed era un forte fumatore)io non ho mai fumato e non bevo alcolici, sono alto 165x63kg,ho scoperto di essere iperteso 150/90 e ipercolestolemico ,colesterolo 256, il cardiologo mi ha prescritto 10 mg di quinazil e una dieta con pochi grassi.Poi ho fatto una visita dall'andrologo dopo aver fatto un esame ormonale,il medico mi ha prescritto una cura con ipertrofan 40mg,virmaca un integratore,e loftyl per il sangue.L'esame ormonale è risultato:LH 5.24,FSH 5.30,17-BETA ESTRADIOLO 110.0,TESTOSTERONE 16.83,TESTOST.LIBERO 21.0,PROLATINA 370.0,DHT 142.Dopo la cura ho migliorato.Ora ho piu sensibilita al pene,pero ho fasi alternanti da unerezione forte e duratura a una piu lieve e scadente.come posso essere stabile? quale cura posso intraprendere? è conveniente usare il viagra o il levitra? e ha che dosi? possono esserci effetti collaterali con la mia ipertensione? cordiali saluti e grazie.
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,8k 1,2k 1k
Caro lettore ,

a questo punto per avere tutte le indicazioni terapeutiche che ci sottolinea bisogna purtroppo risentire il suo andrologo , fare con lui una attenta valutazione vascolare diretta, mirata sui vasi del pene, tramite un ecocolordoppler dinamico e poi sentire da lui quale delle strategie terapeutiche da lei accennate è la migliore.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-quando-l-erezione-e-difficile-o-non-c-e-che-cosa-fare.html.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio