Utente 298XXX

Salve Dott.re, a mia madre 70 anni (altezza 170cm peso 69kg), a fine 2015 è stata diagnosticata la trombocitemia essenziale e da allora è in cura con oncocarbide e cardirene. La terapia ha ridotto il numero di piastrine che adesso sono stabilmente intorno alle 600-700 10^9/L. Oltre a questo soffre di leggera ipertensione che tiene sotto controllo tramite farmaci (non ricordo il nome esatto del farmaco). Da circa 10 giorni, avverte un gonfiore del piede destro che si estende alla gamba interessando la tibia ed il polpaccio, soprattutto verso sera. Se tiene la gamba sdraiata il gonfiore diminuisce senza scomparire del tutto. Non ha dolore, ha sensibilità alla gamba e non risulta più calda dell'altra. Le ultime analisi complete sangue/urine del 27/02/17 avevano i seguenti valori fuori dai limiti: Sangue 1) piastrine 682*10^9/L 2) calc. volume filtrato glomerulare sec. MDRD 83 (valore corretto > 90) URINE 1) Peso specifico 1.011 (valore corretto > 1.015) 2) Globuli bianchi 61 cellule/uL (globuli rossi nei limiti, 2 cellule/uL) Altri valori del sangue che erano nei limiti: 1) glucosio 89 mg/dL 2) Colestorlo totale 187 mg/dL 3) Trigliceridi 54 mg/dL 4) Colestorolo HDL 88 mg/dL8) Gamma GT 17 U/L 5) Colestorolo LDL 88 mg/dL 6) Aspartato aminotransferasi 27 U/L 7) Alanina Aminotransferasi 29 U/L Per chiudere il quadro clinico le dico che a maggio 2016 ha fatto l'ecodoppler perché pur non avendo gonfiore, avvertiva fastidio nelle ore notturne. L'ecodoppler riporta quanto segue: Ecodoppler venoso arti inferiori. Circolo venoso profondo pervio e continente in assenza TVP. Assenza tromboflebiti superficiali bilaterlamente con minimi esiti fibrotici a livello della safena interna destra, al terzo medio di coscia a destra, come da pregressa tromboflebite. Continenti le safene interne (lievemente ectasica la destra: 4,5mm) e le safene esterne. Ecodoppler arterioso arti inferiori. Arterie di piccolo calibro. Asse arterioso femoro-popliteo-tibiale bilateralmente pelvio. Diffusa ateromasia fibrocalcifica di parete. Flusso trifasico a livello femoro-popliteo. In periferia: a destra flusso valido bi-trifasico sulla tibiale anteriore; flusso demodulato a base allargata e di bassa ampiezza sulla tibiale posteriore destra e sulle tibiali anteriore e posteriore a sinistra. Indicazioni a terapia antiaggregante e attività motoria. Vorrei un suo parere in merito al gonfiore se può essere associato alla malattia, a problemi di origine cardiovascolare o che altro e soprattutto se è qualcosa a cui prestare la dovuta attenzione con altri accertamenti e di che tipo. Concludo dicendo che il medico curante al momento ha dato poco peso alla cosa, dicendo di ripetere gli esami del sangue tra 15gg. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Il cuore non è responsabile di quanto riporta. Altro a distanza non posso dirle.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 298XXX

Grazie