Utente
Buongiorno Dottori,
avrei un quesito da porvi....
Nel 2015 ho avuto un'ischemia cardiaca con inserimento di uno stent sul tratto IVA; fortunatamente e soprattutto per la tempestività dei medici, il cuore non ha subito alcun danno.
Dopo una fase di normale recupero ho ripreso la mia normale vita e dopo 6 mesi il mio cardiologo dopo la prima prova da sforzo mi ha dato il via libera per poter tornare a fare la mia solita (50 minuti) corsettina leggera al giorno.
Da allora ho sempre seguito la cura farmacologica prescrittami e una regolare e sana alimentazione...
Ho smesso di fumare subito dall'evento e non ho mai bevuto alcun alcolico.
L'ultima prova da sforzo ha però evidenziato una particolarità che prima non c'e' mai stata e che naturalmente non è passata inosservata al mio cardiologo; vi scrivo il referto :
Test da sforzo clinicamente ed elettricamente negativo per ischemia miocardica inducibile al carico di lavoro massimale raggiunto. Si segnala comparsa di frequente extrasistolia ventricolare, talora ripetitiva (coppia), che scompare all'acme dello sforzo. recupero pressorio e di battiti in ottimi tempi.
Ho omesso al mio cardiologo il fatto che il giorno prima della prova avevo fatto un allenamento pesante tanto che avevo le gambe intorpidite dall'acido lattico.
Premetto che io di queste extrasistole non ne conosco le sensazioni perchè non sento nulla; fatto holter e non è apparsa alcune di esse che però sembrano comparire ultimamente sotto sforzo
Il mio cardiologo per una sua scelta preferisce che io faccia la prova senza sospendere il bete bloccante che assumo nella seguente forma (mattina congescor 2.5 + procolaran) sera (congescor 1.25+procolaran). battiti medi nelle 24 ore (64), pressione 100/60
Ora vuole indagare meglio sulla situazione e sul fatto che nonostante prenda un dose importante di beta bloccante ci sia la comparsa di queste extrasistole asintomatiche..... chiedo a voi un vostro parere.

Concludo che le coronarie sono completamente libere da angiotac fatta 10 giorni fa

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Mi pare che gli esami che lei ha eseguito siano confortanti.
LA camminata veloce e' raccomandabile ai cardiopatioci come lei.
La prova da sforzo da quello che lei descrive dimostra che le extrasistoli scompaiano con l'aumento dello sforzo.
Gli sport che la fanno affaticare ovviamente no.
Una integrazione con acidi grassi omega 3 sarebbe indicata


Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottor Cecchini per la pronta ed esaustiva risposta.
Se posso approfittare ancora della sua benevolenza e preparazione vorrei farle una ulteriore domanda....io mi fido molto del mio cardiologo che anche interventista però non capisco perché si ostini a farmi fare la prova da sforzo con il beta bloccante mentre 9 cardiologi su 10 pretendono la sospensione perchè ritengono che verrebbe falsata con l'uso del beta bloccante...ho provato a chiederlo ma le giuro che non ho capito la risposta

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
La prova da sforzo può essere effettuata senza terapia per valutare eventuali problemi ischemici oppure in terapia per valutare L efficacia antinischemia o
Anti aritmica della terapia in corso

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
grazie dottore sempre gentile