Utente 356XXX
Gentili dottori, approfitto di questo forum per richiedere un consulto circa questa categoria di farmaci (i betabloccanti) impiegati prevalentemente per patologie cardiache.

Recentemente mi è stato consigliato da un amico di provare questa particolare tipologia di farmaco (in particolare inderal) per sopprimere delle forti crisi di panico che mi colpiscono saltuariamente causandomi tachicardia, affanno, dolori al petto ecc
Egli mi ha fatto vedere un video dove un importante psichiatria diceva che essi erano utilizzabili per questo disturbo in quanto vanno ad inibire i recettori dell adrenalina e noradrenalina che causano i sintomi fisici suddetti, sopprimendo in definitiva l'attacco e in pochi minuti

So che per curare questi disturbi d ansia esistono altri farmaci, ma se sono qui a porvi questa domanda è perché questi hanno fallito causando solo ulteriori danni.

La mia domanda è...sono utilizzabili questi farmaci da un giovane di 24 anni, che non ha assolutamente problemi cardiovascolari?oppure sono potenzialmente pericolosi??
Potrebbero causare problemi al sistema cardiocircolatorio o roba simile?
Si tratterebbe di assumerli Saltuariamente e nelle dosi che eventualmente mi consiglierà il medico dal quale mi recheró eventualmente in caso di vostra risposta affermativa
Ho sentito dire inoltre che politici medici e artisti li utilizzano per placare lansia da prestazione

Concludo col dire ho voluto porre questa domanda in questa sezione perché ritengo che un cardiologo sia più esperto in merito a questi farmaci

Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Sono,farmaci maneggevolissimi ed efficaci
Certo non glieli puo prescrivere il suo amico il quale non ha l un titolo per fornirglielo.
Eviti il fai da te.

La saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Gentile dottore la ringrazio innanzitutto per la tempestiva risposta.
Si sicuramente mi rivolgerò al mio medico curante (tra l'altro cardiologo) per chiedere ulteriori chiarimenti e eventualmente una prescrizione.

Quindi lei mi può confermare che un uso occasionale non dovrebbe causarmi effetti collaterali rilevanti? Mi perdoni se le ripeto la domanda. Cerco solo di essere prudente.

Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Assolutamente no a meno che non sia asmatico , estremamente bradicarsico o affetto da disturbi della conduzione elettrica del,suo cuore, che il suo cardiologo le,escluderà.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 356XXX

Ho capito la ringrazio dottore per la sua disponibilità. Fortunatamente non ho di questi problemi. Chiederò comunque al mio medico curante, se è il caso di provare questo farmaco

Grazie ancora e buon lavoro