Utente 547XXX
Salve,
Mi chiamo Marco, ho fatto sport non agonistico per un po’ di tempo dai 18 ai 23 anni, dopo facevo sport solo qualche mese l’anno...adesso ho 38 anni e non faccio sport da 3 anni. In questi 3 anni sono aumentato molto di peso, adesso sono arrivato a 128 kg. per un altezza di 180cm ,con una massa grassa del 54%.
Non vorrei dilungarmi troppo ma voglio dare più notizie possibili.
Ho cominciato da 2 settimane un allenamento per dimagrire in una palestra e mi hanno dato un allenatore personale. Il certificato medico con elettrocardiogramma risulta nei limiti della norma per fare attività non agonistica.
Dovrei iniziare con attenzione gradualmente nello sforzare troppo il cuore? Perché durante gli allenamenti che durano circa un ora arrivo a toccare picchi di 185 bpm...
Li misuro con un orologio molto preciso, quindi non ci sono errori nella misurazione. L’allenatore mi dice di stare tranquillo e non preoccuparmi dei battiti perché non ho fiato ed e’ normale arrivare a questi limiti. Lui mi fa fare dei circuiti che per me sono massacranti. Sto correndo il rischio di rimanere secco? Ho paura che non si renda conto che forse per iniziare sto esagerando e quindi farmi male davvero. Ringrazio in anticipo per la vostra risposta.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
portare il cuore a quelle frequenze è da incompetenti, lo,dica pure al suo personal trainer .

gli chieda perché quando guida in autostrada non va in terza marcia a 130 all ora invece che in quinta o sesta marcia .

le consiglio di cambiare palestra. per dimagrire occorre mangiare meno, camminare molto, nuotare, usare la bicicletta il più possibile.

difficile fare queste cose per lungo tempo. ma è l unico modo.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 547XXX

Salve,
La ringrazio per la risposta tempestiva, ero in dubbio che stessimo facendo un buon allenamento e lei mi da la conferma.
Vorrei solo chiedergli per scendere un po’ sui particolari, è sconsigliato per la mia situazione di peso ed età non portare a tali limiti il cuore?
Perché ho letto che di solito chi varca la soglia dei 180-200 bpm sono gli atleti, che portano il loro cuore ad un limite del 85%.
Per me da quanto ho capito, visto che non sono allenato non dovrei superare uno sforzo del 60% sul picco massimo in base alla mia età che dovrebbe essere intorno ai 180 bpm.
quindi viaggiare sui 130-140...
Ho fatto ancora 4 allenamenti in tutto con questo personal trainer, e devo dire che mi sento molto meglio a livello di fiato e forza fisica, in più i battiti che prima li portavo alti per la sedentarietà adesso sono scesi di almeno 15-20 bpm.
Tornando al discorso di prima, sotto allenamento questi picchi da 180 vengono toccati solo per un paio di minuti, nel momento in cui faccio un determinato esercizio che magari per me è troppo pesante. Dopo recuperando scendono a 140...ma non appena ricomincio un altro esercizio si arriva di nuovo a 170...per poi cambiare esercizio magari sforzando meno e scendendo a 130. Per essere più preciso su di un’ora di allenamento diciamo che si viaggia su una media di 150 bpm.
Forse sono troppo fissato con i numeri, ma purtroppo ho paura che stia facendo solo del male al mio fisico.
Con la mia situazione corporea a quanto dovrei mantenere i battiti più o meno per non esagerare e prendere magari un po’ di fiato in più ?
Scusi per il mio discorso articolato male, ma non riesco a spiegarmi meglio di così.
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
osservi gli animali.
nota qualche animale che fa pesi, va in palestra? fa sforzi inutili?
gli animali corrono per cacciare o per non essere cacciati. sono in grado di fare sforzi enormi, pensi agli uccelli migratori che volano migliaia di chilometri, ma per deporr le uova in un posto consono alla cova...

l uomo è l unico animale che fa sforzi inutili. va in macchina per un ora per andata , pagando , a camminare un ora sul tapis roulant di una palestra...basterebbe che camminasse fino alla palestra senza entrarci e tornasse a casa a piedi che avrebbe fatto lo stesso esercizio gratis.

si ponga una domanda: chi ha costruito le,piramidi? i Faraoni o gli schiavi? e perché secondo lei?

cordialita
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza