Utente 585XXX
Salve a tutti!
Seguo da molto tempo questo sito, ma non mi ero mai iscritto prima d'ora.
Se l'ho fatto, è perchè da qualche giorno sto leggendo molti recenti post al riguardo della pressione arteriosa e per tale motivo, dato che mi è venuto qualche dubbio, ho pensato di chiederlo a voi Dottori, ai quali ripongo estrema fiducia.

I post che mi hanno fatto nascere dei dubbi, riguardano nello specifico la differenza tra i valori notturni e diurni della pressione arteriosa.

Qualche mese fa, effettuai un holter pressorio delle 24 ore dal quale è emersa una pressione nella norma.
Il problema si è presentato proprio per la differenza tra i valori notturni e diurni.
Infatti, durante il giorno i miei valori hanno avuto una media di 125/82 e di notte (anche se mi sono svegliato spesso a causa del rumore dell'apparecchio pressorio quando si azionava) ho avuto una media pari a 116/77.
I valori notturni sono più bassi rispetto ai valori diurni, ma di molto poco ed ho letto che il normale calo fisiologico della pressione di notte si ha quanto quest'ultima scende di almeno 10 mmhg, cosa che non è accaduta a me.

Questo non mi ha preoccupato più di tanto perchè il mio cardiologo mi ha detto che non è un problema non aver avuto questo calo di almeno 10 mmhg di notte e che in generale sia la mia pressione diurna che notturna è nella norma e che quindi non corro rischi.
Ho cominciato però a preoccuparti quando ho letto, appunto, alcuni post di alcuni utenti di questo sito preoccupati proprio per il contrario e cioè quello di incorrere in rischi molto elevati a causa dell'inadeguato abbassamento della pressione durante la notte.

Potreste dirmi se, anche con un calo non significativo della pressione durante la notte, i miei valori sono normali o se al contrario devo preoccuparmi?

Grazie e arrisentirci.

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Questo e' un post identico a quello gia postato 2-3 gg fa.
Anche lei ha valori NORMALI di pressione diurna e notturna.
Il concetto di "dipper" si applica a soggetti ipertesi, e quindi non a lei che ' normoteso

Con questo la saluto
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 585XXX

Grazie Dottore.

[#3] dopo  
Utente 585XXX

Buongiorno Dottor Cecchini,
Mi perdoni se abuso ancora del Suo tempo, ma purtroppo sono molto in ansia per una Sua risposta ad un post di un utente di Medicitalia che ho letto qualche giorno fa e, quindi, ho deciso di scriverLe per (speriamo!) tranquillizzarmi.
In tale post, l'utente ha scritto l'esito del suo holter pressorio delle 24 h. Ora, non ricordo bene i valori anche perchè non riesco a trovare più tale post, ma sono certo al 100% che aveva una pressione media notturna intorno ai 119/76 mmhg e Lei rispose a tale utente che il valore medio notturno della DIASTOLICA era elevato. A questo punto, mi sono spaventato enormemente, in quanto l'utente in questione ha avuto una media diastolica notturna identica alla mia e Lei mi scrisse in risposta la mio post, invece, di avere dei valori pressori medi notturni normali e di stare tranquillo.
Per questo motivo, sono molto confuso e preoccupatissimo.
Quindi, potrebbe gentilmente dirmi se la media dei valori pressori notturni riscontrati dall'holter pressorio (ricordo i valori: 117/78 mmhg) sono valori normali o elevati, considerando soprattutto la diastolica?
Aspettando una Sua cortese risposta, Le auguro una buona giornata.
Grazie mille.

[#4]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le ho gia' risposto su dipper e non dipper ed il significato di tale termine nel soggetto normoteso come lei e nel soggetto iperteso.

Non mi piace ripetermi

Ariivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 585XXX

Mi perdoni Dottore, allora sarò stupido io, ma non riesco proprio a capire.
In alcuni post di utenti che presentano una media di valori pressori notturni uguale alla mia, è stato risposto che erano valori elevati; a me è stato risposto che la mia media notturna è perfetta.
Inoltre, in un altro post, Lei ha scritto che se un soggetto ha in media valori notturni pressocchè uguali ai valori diurni, allora è un NON DIPPER, mentre se presenta valori diurni molto più elevati rispetto ai valori notturni allora è un DIPPER. Quindi, in base a tale Sua affermazione, io dovrei essere un NON DIPPER.
Non riesco a comprendere, mi scusi!
Non si tratta di ripetersi, come Lei ha scritto, ma si tratta di farmi capire meglio, dato che sono molto confuso al riguardo in base alle tante affermazioni discordanti che ho letto in questi giorni.
Per tagliare la testa al toro una volta per tutte, per cortesia, potrebbe dirmi se una media dei valori pressori notturna riscontrata da un holter pari a 117/78 mmHg è da considerarsi da normotesi?
Inoltre, se una persona presenta valori diurni e notturni quasi simili (intorno ad una media di 120/78 mmHg) corre dei rischi, o è da considerarsi una persona normotesa?
La prego Dott. Cecchini, mi risponda per un'ultima volta. Sono davvero preoccupatissimo.
Mille grazie.

[#6]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
E' da considerarsi da normotesi.

Se lei ha problemi ossessivi non e' colpa sua, ma neppure mia...

Liberissimo di credermi o meno , e quindi di avvalersi di altri brillanti cardiologi qui su Medicitalia , ma certo no puo' pretendere che le risponda sempre le stesse cose, dato che mi pone le stesse domande..

Con questo concludo questa mia consulenza e non le rispondero' piu' sui medesimi quesiti.

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza