Utente
Salve,
Mia madre da diverso tempo ha problemi alla gamba sx già operata di CHIVA.
Oggi ha effettuato un ecocolor doppler venoso e il risultato è stato:

Dx: crosse safeno-femorale continente. circolo venoso profondo pervio con flusso fasico agli atti del respiro. non tvp. vena g e piccola safena indenni.
Sx: crosse safeno-femorale severamente incontinente (magg 3 sec) Circolo venoso profondo pervio con fuso agli atti del respiro. Vena grande safena ecasica incontinente con collaterali varicose. Trombosi parziale di ramo collaterale di gamba. piccola safena indenne.

Conclusioni: insufficienza venosa arto inferiore sx, complicato da discromia cutanea e TVS di collaterale di gamba. Teleangecasie diffuse.

Ora, detto questo, il medico ha ipotizzato ad un intervento.
Mia madre ha quasi 70 anni....è rischioso? Ho letto pure che esiste la tecnica con il laser...ma è risolutiva?

Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
l’esame ecografico va inevitabilmente correlato con i rilievi clinici e i sintomi lamentati.
In linea di massima la necessità di un approccio chirurgico sembrerebbe indicato.
Consideri che non è l’età alla base delle valutazioni sul rischio e che l’intervento eventuale potrebbe essere eseguito in anestesia periferica se non locale. La metodica laser o radiofrequenza, qualora indicata, avrebbe uguale invasività.
D’altra parte vanno messi sul piatto della bilancia anche i rischi dell’astensione (flebite, TVP, ecc) o l’essere costretti a intervenire ancora più avanti negli anni.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/