Utente 458XXX
MI SERVE URGENTEMENTE AIUTO
Dal 13 agosto 2017 soffro di problemi intestinali non ben definiti, ho giratO molti dottori e ho avuto diagnosi che vanno dalle emorroidi alle ragadi per arrivare ad una proctite...In tutti i casi comunque mi viene detto che l'unico modo per sapere con certezza cosa ho sarebbe quello di effettuare al piu presto una COLONSCOPIA.
Appunto, al piu presto. Io aspetto dal 13 agosto.
Non solo non si puo prendere appuntamento nelle strutture pubbliche se non dopo 6/8 mesi, ma è prevista un'anetesia leggerissima per questo esame.
ORa, IL PROBLEMA GRAVE, è che contraggo involontariamente la muscolatura pelvica,al punto che finora nonostante alcuni accorgimenti ho fatto fallire una rettoscopia ed una anoscopia. E'piu forte di me, non la controllo, e per questo i dottori che mi hanno visitato mi hanno sempre detto che l'unica via per me sarebbe una anestesia totale o comunque non standard.



E QUI NASCE LA VERA QUESTIONE: nessuno vuole fare un'anestesia diversa da quella standard a base di benzodiazepine (alle quali sono assuefattissimo e neanche la sentirei ) se non A PAGAMENTO.

Studio a Napoli ma sono disposto a spostarmi nei limiti se ci fosse qualcuno che riesca ad indicarmi una struttura ospedaliera PUBBLICA dove sia possibile parlare con l'anestesista e scegliere la soluzione migliore senza i costi di una clinica privata che purtroppo io non posso permettermi.


SPERO QUALCUNO MI RISPONDA, STO MALE DA CIRCA 5 MESI VADO A PEGGIORARE E NON POSSO SPENDERE DAI 300 IN SU PER UNA (SCUSATE LO SFOGO) CAZZO DI COLONSCOPIA. L'ALTERNATIVA SAREBBE NON FARE L'ESAME E PEGGIORARE. ALLA FACCIA DEL GIURAMENTO D'IPPOCRATE, PARLIAMO DI UNA COLONSCOPIA NON DI UNO CHE VUOLE FARE UN INTERVENTO DI BELLEZZA!!!

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Per quanto riguarda i tempi di attesa, la struttura pubblica è obbligata a fornire la prestazione secondo la priorita' indicata dal medico di base o dal medico prescrivente dopo la valutazione clinica secondo il seguente schema:
“U” per urgente, da eseguire nel più breve tempo possibile;
“B” per breve, da eseguire entro 10 giorni;
“D” per differita, da eseguire:
entro 30 giorni per le visite,
entro 60 giorni per gli accertamenti specialistici;
“P” per programmata, da eseguire entro 180 giorni.

Per quanto riguarda la sedazione, ogni centro di endoscopia qualificato esegue l' esame con una sedazione adeguata alla necessita' ed alla valutazione del medico endoscopista dando per scontato che in ogni caso l' esecuzione dell' esame deve essere indolore.
Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it