Utente 244XXX
Mio figlio di 5 anni ha due verruche sul piede (una piccola sotto il polpastrello dell'alluce ed una più grande sulla pianta del piede sempre vicino all'alluce). Ho trattato la più grande, emersa per prima, con Verunech. Sembrava sparita ma dopo qualche tempo è ritornata e ne è comparsa un'altra. Sono andato dal dermatologo che ha escluso la crioterapia in quanto la verruca è troppo grande e il bambino troppo piccolo e sentirebbe troppo dolore. Mi ha consigliato di rivolgermi ad un chirurgo pediatrico. Il chirurgo ha stabilito di asportare le due verruche con il bisturi elettrico in anestesia locale. Mi ha assicurato che l'unica controindicazione è la recidività delle verruche. La mia domanda è: durante l'intervento ci potrebbero essere complicanze? E' necessario togliere chirurgicamente le verruche o si possono tentare soluzioni alternative? E' necessario intervenire subito o si può aspettare?
Vi ringrazio per una vostra cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,

un pò di chiarezza:

1) abbandoni assolutamente le terapie FAI DA TE, ma questo credo comunque che l'abbia già fatto..

2) abbandoni l'idea di procede alla CHIRURGIA per una situazione simile..

3) si affidi con fiducia ad un Dermatologo (scelga lei quale..) che prenda in carico la situazione di trattare le verruche del suo bambino senza procedere a terapie invasive (a 5 anni proprio non si può).

Personalmente questi casi vengono trattati con:

a) COURETTAGE (pulitura della zona ipercheratosica)seguito da :

b) LASER terapia a CO2 per l'evaporizzazione delle cellule colpite dal virus, seguito da:

c) prescizione di terapie topiche domiciliari da eseguirsi in maniera molto precisa.

Il tutto, praticamente indolore per il bambino.

Cordialità.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
il problema da lei evidenziato esiste ,specialmente quando il bambino manifesti lesioni,quali ad esempio verruche volgari ,che devono essere trattate in maniera invasiva e potenzialmente dolorosa.
La patologia ,causata da un papillomavirus che infetta le cellule epiteliali,abbisogna di 3-6 mesi in genere di incubazione,durante i quali esite una contagiosita'(anche auto-contagiosita'!)che viene moidulata dai meccanismi difensivi del paziente.Il che vuol anche dire che vi puo' essere una regressione spontanea ,cosi' come una disseminazione.
La linea guida e' comunque l'asportazione.
Con i bambini e' necessaria molta pazienza; non bisognerebbe essere troppo aggressivi(e non lasciare cicatrici!).
Capita di eseguire manovre in Sedazione(non anestesia)che non e' rischiosa;io prediligo ancora sedute piccole e successive di crio terapia piu' courettage, dopo aver ottenuto la fiducia del bimbo e senza sedazioni varie
Ma ogni collega ha le sue preferenze.
,
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gentile paziente,
probabilmente i colleghi che hanno risposto prima non sono avvezzi atrattare coi bambini. Capitando casualmente che diriga un servizio di dermatologia pediatrica, il caso vuole che mi confronti spesso con questi problemi.
Ogni atto invasivo nei confronti del bimbo sarebbe quanto meno se non da proscrivere, da sconsigliare. E' pur vero che la solla applicazione di cheratolitici (nelle varie formulazioni) spesso e volentieri non è sufficiente. Personalmente, in base alla dimensione della verruca, consiglio una terapia cheratolitica ed immunostimolante per via locale unita, quando il quadro lo consigli, ad una per via generale.
A vedere bambini isterici o dissociati per una crioterapia c'ìè sempre tempo.
Arrivederci

Dr. Mocci
Luigi Mocci MD

[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
come vede le opzioni sono veramente tante;dopo lungo periodo in strutture estere devo confermare purtroppo che ho notato un atteggiamento molto aggressivo nei paesi anglofoni,meno nei nostri paesi mediterranei.Certo e' meglio non indurre patologie psichiatriche(!)per carita'!!!
Cordialita'
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#5] dopo  
Utente 244XXX

Vi ringrazio per le Vostre cortesi risposte. Ho consultato un altro dermatologo che ha iniziato una terapia sul bambino fatta di una leggerissima crioterapia con pulizia(da ripetersi ogni 10-12 giorni) associata ad una terapia cheratolitica domestica. Il bambino sembra aver accettato tali interventi, aspettiamo i risultati. Nuovamente Vi ringrazio.