Utente 562XXX
Salve,
sono un ragazzo di 26 anni, altezza 1,72, peso 56 kg.
Premetto che durante l'adolescenza non ho mai sofferto in maniera grave di acne giovanile. Da circa 5 anni riscontro invece questo problema: spuntano sul viso, quasi esclusivamente sulle guance, dei grossi noduli/cisti della larghezza di circa 3 cm di diametro. Dopo la fase infiammatoria, spesso anche accidentalmente, scoppiano, con la fuoriuscita di liquido bianco/giallastro. I punti interessati sono sempre gli stessi, ed escono con una frequenza di una ogni 15/20 giorni.
Mi sono sottoposto a diverse visite dermatologiche, nelle quali mi sono state prescritte cure antibiotiche (minocin 100 10 giorni al mese per 3 mesi, ad esempio). Durante la cura il fenomeno si arrestava, per poi comparire subito dopo.
Sto utilizzando un semplice sapone allo zolfo per detergere la pelle,ma non credo che sia un problema di impurità esterna.
Ringraziandovi anticipatamente, vi chiedo una risposta ad alcune semplici domande che nessun dermatologo è stato in grado di darmi in maniera chiara:

1)la causa può derivare dall'infiammazione del bulbo pilifero (io lascio la barba un po' lunghetta per evitare infiammazioni, e la taglio sempre con la macchinetta elettrica)? se si, come mi consigliate di tagliare la barba?

2)è possibile che dipenda da disturbi agli organi interni che poi sfoghino sul viso (ammetto che dall'età di 18 anni io bevo costantemente, anche se moderatamente, sostanze alcoliche)?

3)E' necessaria un'ulteriore cura antibiotica per via orale per tentare di risolvere il problema?

Per ora sto utilizzando una pomata antibiotica "Aureomicina 3%" sulle cisti infiammate, nella speranza che si sgonfino.
Inoltre, una di queste cisti, fuoriuscita un anno e mezzo fa, continua a spuntare sempre nell'identico punto, non più sotto forma di nodulo, ma si infiamma producendo pus. Si è ormai formato un buco vero e proprio che da un momento all'altro si infiamma.

Mi scuso se sono stato prolisso, ma sono arrivato al punto in cui vorrei trovare una soluzione DEFINITIVA a questo problema.
Vi ringrazio ancora per la vostra pazienza, spero in una risposta.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
anzitutto ciò che emerge per primo dal suo racconto è che lei manca completamente di una terapia locale, fondamentale per aggredire l'acne. Infatti l'aureomicina non è considerabile tale e spero che non gliel'abbia prescritta alcun dermatologo. In realtà ci sono parecchie cose che si possono fare localmente, ma insieme alla terapia antibiotica, perchè l'acne è una patologia del follicolo pilo sebaceo ed il fatto che sia così esterna ci dà anche la possibilità di aggredirla localmente.
Per cui è necesaria una consulenza dermatologica da uno specialista che si prenda carico del suo problema in toto, aggiustando viaq via la terapia. Infine, la barba non c'entra in quanto in quel caso avrebbe una follicolite, ma che si esprime in genere in maniera molto meno aggressiva di quanto lei descriva.
A disposizione

Cari saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 562XXX

Gentile dottore, la ringrazio per la risposta.
Comunque no, la pomata aureomicina l'ho presa in farmacia autonomamente, chiedendo al farmacista una pomata che potesse sgonfiare un po' il nodulo. Prima utilizzavo un'altra pomata: Skinoren 20% crema,a base di acido azelaico, ma mi irritava la pelle e quindi non la applico più.
Ho già prenotato una visita dermatologica, ma visto che sono studente fuori sede, devo aspettare ancora un po' prima di poter andare dal mio dermatologo. Le chiedo quindi gentilmente se mi potrebbe consigliare giusto una pomata da applicare sui noduli, per farli sgonfiare prima, perchè durano molti giorni, in modo da non utilizzare farmaci che, come in questo caso, sono sconsigliati.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Caro paziente,
vorrei tanto aiutarla ma la mia deontologia prima, poi anche la regole di questo sito me lo impediscono. Non si possono prescrivere terapie via telematica. So che nel suo caso è una disdetta e me ne dispiace, ma è così. Semplicemente le chiedo, però, di non pasticciarsi con prodotti vari il viso. Tenga conto poi che, ancorchè fuori sede, può effettuare consulenze specilistiche tramite il SSN.
Per il resto, siamo qui a darle tutto l'appoggio che possiamo.
Un caro saluto


Mocci
Luigi Mocci MD