Utente cancellato
Salve avendo fatto la ceretta per molto tempo ma essendomi disinteressato del fenomeno "peli incarniti", ed essendo stato molto disinformato a riguardo..oggi mi trovo col problema dei peli incarniti alle gambe, e con le relative comòicanze che ne derivano..(estrarre con aghi, spremerli, formazione di macchie più scure rispetto al colore della pelle circostante). Il problema a dire il vero lo accusso maggiormente nella zona del quadricipite, la zona della coscia, sul lato di gamba che affaccia all'interno, l'interno coscia cioè..dato che la situazione non è grave sto ancora desistendo per andare a afre una visita dal dermatologo, in quanto penso giustamente, che la pelle delle mie gambe necessiti di essere esfoliata, magari con prodotti adatti a bloccare, o quanto meno diminuire il fenomeno di peli incarniti. Pratico sport, e quindi non vorrei abbandonare la pratica e l'idea di una depilazione. Potete consigliarmi come posso effettuare degli scrub alle mie gambe? Non so, se esistono dei prodotti all'acido glicolico, o salicilico, o altri ingredienti, che possano essere usati per scrub da essere fatti comodamente anche a casa? Poi un'atra cosa, mi sono promesso di non andare più a tirare fuori i peli incarniti con ago e pinzette, ma nel frattempo, volevo essere consigliato qualche prodotto che favorizzi la cicattrizzazione, la comparsa della cosiddetta crosticina, in quanto sono già in pssesso del farmaco Connettivina Plus, ma dato la sua essenza di crema, e il suo meccanismo d'azione, non va molto d'accordo con i pantaloni per esempio. Vi ringrazio anticipatamente, i miei più cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
non posso che ritenere disdicevole l'utilizzo di metodiche o di farmaci di proprio capriccio. Per il lato medico si consulti con un dermatologo, per il resto una buona estetista peanso faccia al suo caso

saluti
Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
133477

dal 2011
Guardi, benché mi fossi rassegnato al ricevere una risposta, ora che l'ho ricevuto, se posso, ribatto anche. Questo utilizzo di pratiche e metodiche che Lei definisce di proprio capriccio, se ha letto bene (ma mi sa di no), è relativo, se vogliamo, all'uso di come ho detto, un prodotto quale Connettivina Plus, un farmaco cosiddetto di automedicazione, per il quale non serve la ricetta, praticamente un medicinale da banco; poi, sempre se ha letto bene, ho parlato di prodotti, quali scrub, contenenti acido glicolico, o acido salicilico, a concentrazioni minime, per i quali invece, se prima si poteva parlare ancora di un ramo farmaceutico ( per quanto solo formalmente), adesso stiamo parlando di prodotti la cui vendita è disponibile anche in erboristeria, profumeria, anche venduti come bagno schiuma, creme..ecc ! Perciò, non mi pare..di aver fatto, o fatto capire, quale mia intenzione di abuso, scorrettezza, di uso di come li chiama Lei, farmaci..metodiche..poi se Lei ritiene la stessa cosa, spargersi un grammo di Connettivina o farsi uno scrub con acido salicilico 2%, con l'autosomministrarsi 100g di antibiotici al giorno, o farsi i dosaggi da solo, di Roaccutan..beh questo sinceramente è un suo problema, e che poteva rimanere suo, evitando di fare quell'intervento che ha fatto. E aggiungo, che per un passato di paziente come me, che è stato in cura col soprannominato Roaccutan, e che ha eseguito questa cura in modo esemplare..per un paziente come me, che ha subito, un peeling al viso con TCA 30%, seguendo il post-intervendo ancor in modo più esemplare, ottenendo risultati stupefacenti, le sue parole, e le allusioni in esse contenute, che io sia uno stupido, mi irritano e mi offendono in un modo che lei non immagina. Io, volevo solo semplicemente, essere consigliato qualche prodotto, da poter essere tranquillamente usato come scrub corpo..e qualche altro prodotto, che Voi dottori, ritenevate utile nell'uso topico della velocizzazione della chiusura di una ferita. Stop. Tale precisazione va fatta per gli eventuali futuri Signori Dottori, che si trovassero a leggere, ma che in fondo non sapessero leggere. E La prego, caro Dottor Mocci, di esimersi dal rispondere a queste mie righe, oltre che di esimersi in qualsiasi altro futuro dal rispondere ad un'altrettanta qualsiasi altra mia richiesta di consulto per questa specialità. Saluti.