Utente 391XXX
Buonasera Dottore, vorrei chiedere un'informazione.
Premetto che sono un uomo ed ho 30 anni. Ho da sempre avuto problemi di Acne, brufoli e cisti. Soprattutto su collo e schiena; problemi mai risolti. Ho da poco effettuato gli esami del sangue e ne è emerso che il dato più anomalo è stato quello relativo ai trigliceridi il cui valore è a 315 in una scala massima di 170. Ho unitamente effettuato anche una eco completa dell'addome e ne è emerso il fegato leggermente ingrossato con diagnosi di steatosi (la dott mi ha detto di stare tranquillo perchè tutti ormai hanno questo tipo di problemi).
La settimana scorsa mi resi conto della comparsa di un brufolo nella zona sopra il pene, poco sopra l'attacco, sotto la pancia. Quindi senza pensarci troppo l'ho schiacciato. Dopo qualche giorno il brufolo schiacciato era diventato grosso ed infiammato creandomi dei forti dolori specialmente in posizione seduta. Andai dal mio medico e gli mostrai il problema. Mi ha prescritto una pastiglia di Keraflox al giorno per 5 giorni. La sera stessa toccando il brufolo con dell'acqua calda è fuoriuscito il liquido rimanendo comunque gonfio.
Leggendo sul bigino del farmaco vedo che di fatto non vi è alcuna indicazione per l'utilizzo in questo caso quindi mi è venuta qualche preoccupazione. Vorrei sapere se il farmaco è effettivamente indicato per questo tipo di sintomo, e se ci possono essere effetti collaterali aggravanti in seguito a quanto emerso dagli esami visto che mi sento fisicamente più debole del solito e mi sento caldo, ma provando la febbre la temperatura è regolarmente di 36.3.

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Marco Spagnoletti

24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
AVELLINO (AV)
LACCO AMENO (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
Premesso e sottolineato che l'assenza della possibilità di poterla visitare direttamente mi impedisce di fornirle un parere appropriato e soprattutto dirimente.
In linea generale, posso confermarle che il farmaco prescrittole non riporta nelle indicazioni terapeutiche la dicitura "infezioni della cute", ma devo aggiungere che lo stesso, appartenendo alla categoria degli antibatterici chinolonici, è tranquillamente utilizzabile e con successo in occasione di eventi infettivi che colpiscano la pelle.
Per ogni altro approfondimento, è imprescindibile la visita specialistica, in assenza della quale non posso dirle di più. Si rivolga al suo dermatologo di fiducia.
Distinti Saluti
MSpagnoletti
DOTT. MARCO SPAGNOLETTI
NAPOLI
POZZUOLI
ISCHIA

[#2] dopo  
Dr.ssa Floria Bertolini

24% attività
20% attualità
12% socialità
PADOVA (PD)
PIOVE DI SACCO (PD)
VICENZA (VI)
ROVIGO (RO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2001
Egregio Signore,
ritengo che i suoi trigliceridi non c'entrino con la Sua acne, ma certamente con la Sua steatosi epatica e sia per lei consigliabile per conservare al meglio le sue arterie, oltre al suo fegato che si rivolga ad uno specialista in malattie metaboliche per impostare la terapia che inizialmente sarà quasi certamente legata a una modifica dello stile di vita.
In secondo luogo potrebbe tornarle utile per la terapia dell'acne che secondo la Sua descrizione è grave.
Nell'acne grave si ricorre alla terapia sistemica con retinoide, che è molto efficace, ma un dismetabolismo dei grassi lo controindica.
La terapia usualmente si esegue in inverno, poichè evitare reazioni allergiche indotte dal sole.
l'elemento all'addome è piuttosto insolito, e pertanto Le consiglio di rivolgersi ad un Dermatologo per la diagnosi corretta, da cui derivera' anche la cura.

Cordiali saluti

Dr.ssa Floria Bertolini

VICENZA, Via Lussemburgo, 57
c/o Centro Medico Palladio
tel.: 0444. 322210

PADOVA, Via Diaz
c/o Centro Medici
tel.: 049.8810711
dr.ssa F. Bertolini
www.bertolinifloria.it

[#3] dopo  
Utente 391XXX

Beh, innanzitutto ringrazio per le risposte molto chiarificatrici... Per quanto riguarda il problema di trigliceridi/fegato ho abolito drasticamente gli aperitivi, i formaggi, i crostacei e faccio un pochino più di movimento. Riproverò a settembre a fare ulteriori esami del sangue per vedere se la situazione sarà migliorata (credo di si).

Per quanto riguarda l'acne... Beh... Non so più a chi rivolgermi. Il mio dottore della mutua (che è un dermatologo molto competente e stimato in città) non mi da alcuna speranza di guarigione seguendo alcuna cura ma interviene in casi di dolore eccessivo (come in questo caso) con degli antibiotici.
Ho provato a chiedere il parere anche ad un'altra dottoressa dermatologa che (qualche anno fa) aveva provato a darmi una cura a base di antibiotici (troppo pesanti, non li reggevo) e l'ho interrotta dopo poco...
Ho quindi provato a rivolgermi ad una dottoressa omeopatica molto stimata in città... Mi ha dato delle pastiglie e delle gocce da prendere ed una dieta alimentare ai limiti (nemmeno il pomodoro mi era concesso). Dopo aver terminato le pastiglie e le gocce (un mese e mezzo / due mesi) non ci sono stati i minimi risultati quindi non sono più tornato per una ulteriore visita.
A questo punto vorrei sapere se ci sono in zona (sono di Novara) dei centri in grado di garantire il risultato invece di farmi provare a seguire una cura piuttosto che un'altra senza risultato alcuno.

Ringraziandovi per la pazienza cordialmente saluto.

[#4] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
nulla togliendo ai medici tanto "stimati e competenti" che l'hanno visitata la invito a provare altrove ( magari da qualcuno di meno fama, ma più aggiornato!) perchè attualmente l'acne si cura eccome. La terapia antibiotica può essere di suppurto in alcuni casi ( ma non è la regola nè il gold standard), ma esistono molti farmaci sia topici sia orali da usare da soli o in associazione che hanno notevoli qualità curativa. In ultimo, attualmente vengono impiegati con ottimi risultati anche i laser a luce pulsata con manipoli per l'acne.
Quindi rimanga fiducioso, la cura c'è!

Cordiali saluti

Dott.ssa Serena Mazzieri
Dott.ssa Serena Mazzieri