Utente 232XXX
Buongiorno dottore

sono un uomo di 45 anni affetto da epatite cronica hbv associata a vascolite da circa tre anni.Le scrivo perche' a maggio 2011 ho avuto la serio conversione in cura con baraclude e sto creando gli anticorpi contro HBs Ab ( anti - s) 4,50 mUl/ml.
Ho notato che nell'ultima elettoforesi c'e' una componente monoclonare 3,1% e 2,2g/l ci ho fatto caso quando sono tornato a casa.
La mattina la patologa mi ha detto che andava tutto bene infatti emocromo ok valori del fegato ok, urine ok.
albumina 59,3
alfa1 4,5
alfa2 10,6
beta1 5,9
beta2 4,6
gamma g. 15,1

Sono andato a vedere le vecchie elttroforesi e' ho notato che da quando ho avuto la conversione del virus e iniziato la conversione ho cominciato ad avere questa comp.monoclonare

a maggio 2011 negativa
a luglio 2011 comp. monoclonare 3,0 e 2,2 g/l
a settembre 3,2 e 2,3
a novembre comp. monoclonare 3,1 e 2,2
Ho chiamato la patologa e mi ha detto che e' tutto sotto controllo infatti nelle varie elettroforesi non c'e' picco ma solo un'are pi'scura all'interno dellaa zona gamma.e mi ha detto che il mio organismo sta creando la protezione al virus
mi hanno visto tre patologi un nefrologo e il mio medico curante e nessuno ha richiesto approfondimenti.
Adesso chiedo a lei e' possibile che si risolvi tutto con la gurigione o devo insistere per una immonofissazione? p.s. la prossima visita ce l'ho a marzo 2012.

Sono un po' teso sapendo un domani cosa possa evolversi e secondo lei si tratta di mgus?

grazie mille per la risposta

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la comparsa di un picco monoclonale è piuttosto frequente nelle epatopatie croniche; poiché la situazione è stata osservata da più colleghi con la stessa considerazione, penso che possa attendere tranquillamene la prossima visita di controllo.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Buonasera

grazie per aver preso in considerazione la mia domanda e che possa servire anche per altri con la stessa patologia.
La mia stuazione 3 ani fa era davvero complessa la vasculite era correlata all'epatite b ebbi 2 ischemie una al rene sx e una mi lesiono' il pereo dx e il tibiale non funzionava piu' fortunatamente i reni si salvarono perche' furono presi marginalmente causandomi degli infarti renali come dei rosari ed ora il piede dx si muove e corro senza il plantare di sostegno. sono curato all'ospedale Sacco di Milano e ogni due mesi sono in controllo.La mia situazione divento' un caso clinico e a setembre usci' un articolo di reumatologia sull' English medical Jounal infatti mi dissero in ospedale che ero stato l'unico caso di questa portata.
Caro dottore dopo questa lagna che le ho scritto mi sono dimenticato che durante l'ecografia addome superiore che mi fanno ogni anno, calcoli multipli alla cistifellea e magari infiammandosi posso incidere sulle immunoglobuline? Qundi trovandomi questi blandi valori di componente monoclonare ( cosi' mi dicono i miei dottori che mi seguono) come ha potuto vedere, domani andro' a fare la immunofissazione e le faro' sapere. Le chiedo un parere sulla mia situazione e cordialmente una risposta alla domanda sopra citata. Buona serata e grazie.

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
escluderei la responsabilità dei calcoli della colecisti (anch'essi piuttosto frequenti nelle epatopatie croniche) nell'alterazione del quadro proteico. E' più verosimile una stimolazione immunitaria che si potrebbe accordare anche con la pregressa vasculite, forse da precipitazione di anticorpi.
L'impressione complessiva per quel che riguarda la sua problematica è che, nel complesso, sia stata gestita molto bene e con soddisfazione per i risultati ottenuti.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente 232XXX

Grazie dottore
per le cure sono stato letteralmente "cullato " dai suoi colleghi dalla medicina alla neurologia che si accorsero della vasculite, dalla nefrologia al reparto infettivi che tuttora mi seguono e non hanno mai lasciato nulla al caso, ecco perche' mi meravigliai quando nessuno mi disse niente di questa commp.monoclonare.All'inizio ero resistente alla Lamivudina e la carica del virus arrivo' a 500.000.000 di copie!!!!!! poi con Intecavir ando' meglio.

grazie del consulto e buona giornata.

[#5] dopo  
Utente 232XXX

Buongiorno dottore

le invio l'elettroforesi fatta il 17/11, le chiedo cortesemente un parere sul grafico


http://i44.tinypic.com/34h8dp2.jpg

grazie mille. buona giornata

[#6] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
il grafico è in accordo con quanto già esposto.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#7] dopo  
Utente 232XXX

Buonasera dottore

le scrivo per dirle dell'elettroforesi e immunofissazione fatta il 27/12

PROT. TOTALI 73
ALBUMINA 57,7
ALFA 1 4,7
ALFA 2 10,8
BETA 1 6,5
BETA 2 4,9
GAMMA GLOB. 15,4

COMPONENTE MONOCLONARE 2,6% 1,9 G/L

IMMUNOFISSAZIONE PRESENZA MONOCLONARE IGM Kappa

come notara' c'e' una lieve diminuzione della c.m. rispetto a novembre.
Secondo la sua prima risposta che mi ha fornito, potrebbe essere un'associazione all'epatite visto le igm che svolgono un compito sull'antigene HBs Ab anti-s?
sembrerebbe che la risposta immunitaria stia rientrando?

Attendo cortesemente una sua considerazione in merito

grazie e buona serata.