Utente 253XXX
Gentili Dottori, vi riporto di seguito la mia esperienza e spero possiate tranquillizzarmi perchè sono davvero spaventata. Il 20 Luglio è nata la mia prima bimba con taglio cesareo d'urgenza a causa di una sofferenza fetale della bimba. Per fotuna il parto va bene e la bimba sta bene. Solo mi dicono che hanno trovato un utero molto varicoso ed ho perso un po' più di sangue. Mi misurano l'emoglobina e risulta 8.1. Il 21 Luglio risulta 7.7, il 23 Luglio la mattina 6.7 e il pomeriggio 6.6, il 24 Luglio 6.8. Mi fanno un'ecografia dell'addome e trovano soltanto un ematoma di 2 cm sulla parete addominale, sotto la ferita. Mi dicono che non riescono a capire come mai l'emoglobina sia scesa così tanto visto che durante l'operazione avevo perso un po' più di sangue, ma non così tanto. Decidono comunque di farmi die sacche di sangue di trasfusione. Il giorno seguente, ovvero il 25 Luglio, l'emoglobina era risalita a 9.9. Mi mandano a casa in dimissione protetta. Faccio un emocromo il 26 Luglio e l'emoglobina è salita ulteriormente a 11.4. Il 31 Luglio mi reco in ospedale per un controllo: l'emoglobina risulta sempre 11.4 ma all'ecografia rilevano un ematoma interfasciale ed in parte sottofasciale di ben 12 cm x 9 cm x 3cm. La prima domanda è: come mai prima risultava di 2cm e poi di 12 pur essendo l'emoglobina ferma e quindi non dovendoci essere perdita? Continuando a monitorare l'ematoma nei giorni seguenti poi è stato visto che l'ematoma è in lento riassorbimento. La seconda domanda è: l'accumulo di sangue contenuto in questo ematoma, sommato alla perdita un po' più cospicua di sangue avvenuta nel corso del taglio cesareo a causa dell'utero varicoso, può giustificare la discesa nei giorni successivi dell'emoglobina da 13 a 6,6? Recentemente poi ho fatto ulteriori analisi per controllare l'emoglobina, visto anche che sto perdendo ancora parecchio sangue a causa delle lochiazioni. Riporto i risultati di seguito:

TEMPO DI PROTROMBINA 129%(70-120)
INR 0,92(0,9-120)
TEMPO DI TROMB.PARZIALE 31,4sec(25-35)
FIBRINOGENO 369(200-400)
ANTITROMBINA III 134,19(75-125)

WBC 4,20(5,20-12,40)
(la formula è tutta nella norma)
RBC 4,74(4,20-6,10)
HGB 14,0(12,2-18,1)
HCT 42,4(37,7-53,7)
MCV 89,4(80,0-99,0)
MCH 29,5(27,0-31,0)
MCHC 33,0(33,0-37,0)
RDW 14,0(11,6-14,8)
HDW 2,79(2,2-3,2)

MPV 6,9(7,2-11,1)
PLT 248(130-400)
NRBC% 0(0,0-2,0)

FERRITINA 163,7(10-250)
SIDEREMIA 65 (50-175)

Volevo il vostro parere in generale sui risultati ed in particolare riguardo quelli fuori range e cioè i parametri della coagulazione, l' MPV e i globuli bianchi. Riguardo la diminuzione di questi ultimi potrebbe dipendere dalla trasfusione stessa? Preciso che il giorno dopo la trasfusione erano 10,0(4,5-10), la settimana successiva 4,10(4,8-10,8) e dopo altri 15 giorni il valore sopra riporato, ovvero 4,20(5,20-12,40). Ma poi perchè i valori di riferimento sono diversi? Nelle ultime due misurazioni sono aumentati come sembra o diminuiti?

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Già risposto in altra domanda
Un saluto

A. Baraldi