Utente 353XXX
Salve,

ho 21 anni e oggi ho fatto la prima visita per donare il sangue. Non sono risultata idonea per la donazione: la dottoressa mi ha controllato le vene del braccio sinistro, ma ha detto che "non ce ne sono"; stessa cosa succede per il braccio destro, tranne per una vena che risulta debole.
Volevo quindi chiedere, cosa vuol dire avere vene "assenti" o deboli, cosa questo comporta e se è una situazione temporanea o permanente.
Ho affrontato in passato un prelievo di sangue e non ci sono stati problemi: la vena è stata trovata subito e non si è parlato di debolezze o assenze.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Monaco

24% attività
0% attualità
0% socialità
SAN PRISCO (CE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2014
Salve! Il problema sta nel fatto che per prelevare il sangue si utilizza un ago un po' più grande di quello impiegato solitamente, proprio per poterne prendere una maggior quantità in minor tempo senza provocare danni alle cellule del sangue. Occorrono quindi delle vene superficiali di dimensioni adeguate. Potrebbe essere un fatto costituzionale o in alcuni casi a problemi di pressione bassa.


Buona serata!
Dr. Giuseppe Monaco, Specialista in Ematologia