Utente 366XXX
Buongiorno,

dovrei sostenere un'intervento chirurgico con una certa urgenza, tuttavia ho una malattia di von willebrand di tipo I diagnosticatami 10 anni fa. Al momento della diagnosi mi fecero anche il test di responsività alla desmopressina e risultai responsiva, mi fu quindi rilasciato un tesserino con i farmaci da assumere in caso di bisogno (profilassi pre-operatoria, emorragie etc ): FANDHI ed EMOSINT 0.3 .

Questo è stato fatto 10 anni fa, prima di sottopormi all'intervento chirurgico devo ripetere tutto il pannello diagnostico della coagulazione o posso ancora affidarmi a quella terapia?

Chiarisco che in questi 10 anni 1)non ho mai avuto problemi coagulatori 2) in caso di interventi dentali non ho mai fatto alcuna profilassi 3)che il Von Willebrand non mi fu diagnosticata a seguito di un episodio sintomatologico ma occasionalmente.

Attualmente assumo pillola anticoncenzionale (yaz) ed ho l'AT-III un pò bassa ( 58 ), PT ( 73% con INR di 1,17 ) e PTT ( 28 secondi ) sono invece nella norma. Le piastrine sono 129mila, in genere comunque mi oscillano tra le 120mila e le 150mila.

Vi ringrazio per le risposte.

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore la forma di malattia di cui lei è portatore è la forma parziale e quindi quella meno pericolosa ed è estremamente utile che lei risponda al test con la desmopressina. A seconda del tipo di intervento che deve fare io penso che una rivalutazione del suo problema varrebbe la pena fosse fatto, per sua tranquillità e per la tranquillità del chirurgo che dovrà operarlo. Cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena