Utente 488XXX
Salve,
ho 21 anni e sono una studentessa universitaria. Da qualche settimana a questa parte sto avendo sintomi come mal di testa (localizzato nelle tempie e nella fronte, di intensità lieve), giramenti di testa, debolezza, respiro corto, difficoltà di concentrazione e in generale un calo delle prestazioni mentali. Sono sintomi che in realtà si ripresentano da mesi, con intensità e durata variabile. Nell'ultimo periodo sono però molto più intensi, il mal di testa si presenta di prima mattina e perdura per tutta la giornata, impedendomi di studiare a dovere.
Sono lacto-ovo vegetariana da 8 anni (sin da quando ne avevo 13) e, sebbene non abbia mai avuto gravi problemi legati a carenze alimentari, la mia non è una dieta estremamente attenta e controllata, quindi il mio timore è che questi sintomi siano legati ad una carenza di vitamina B12 o ferro, o eventualmente ad anemia.
Nel mese di marzo ho effettuato delle analisi del sangue in quanto avvertivo già debolezza e spossatezza. I risultati che escono dai valori nella norma sono i seguenti (la transferrina non è fuori dalla norma ma ho voluto riportarla comunque per completezza):

Sideremia 48 mcg%
Transferrina insatura 221 mcg%, totale 269 mcg%
Ferritina 7,20 ng/ml
Globuli rossi 3.800.000 M/uL
Hb (emoglobina) 11,5 g%
HCT (ematocrito) 34,0 %

In seguito ai risultati delle analisi, mi vergogno un po' ad ammetterlo, ho deciso autonomamente di assumere integratori di ferro, senza consultarmi con il medico di base (un po' per mancanza di tempo, un po' perché ritengo che il mio medico di base sia molto superficiale e frettoloso nelle diagnosi) dando per scontato che le sue indicazioni sarebbero state le stesse. Ho assunto niferex 100 mg ogni giorno fino al mese di giugno, in cui ho iniziato ad avvertire problemi intestinali che si sono placati una volta interrotta l'assunzione del ferro.
Dato che ora i sintomi si sono ripresentati con maggiore intensità ho il dubbio che la causa del mio malessere non sia tanto una mancanza di ferro quanto una carenza di vitamina B12, frequente nei vegetariani. In questi giorni ho provato ad assumere un integratore contente magnesio, potassio, vitamina C e vitamina E ed in più un integratore di fosforo che utilizzo generalmente nei periodi di studio intenso, ma non ho notato risultati apprezzabili. Inoltre la mia pressione sanguigna è nella norma.
Vorrei effettuare il prima possibile delle nuove analisi del sangue per controllare emocromo ed includere eventualmente anche un controllo dei livelli di vitamina B12. Nel frattempo ho interrotto l'assunzione di ogni altro integratore vitaminico e sto assumendo un supplemento di tutte le vitamine del gruppo B.

Vi chiedo un consulto per sapere se è il caso che io porti a termine questa indagine o se è più opportuno controllare altri valori del sangue o effettuare altre analisi ancora. Mi scuso se la domanda non dovesse essere pertinente a questa sezione.

Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Franco

28% attività
16% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
TRAPANI (TP)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2018
Prenota una visita specialistica
gentile utente la ferritina è molto bassa e quindi c'è sicuramente una carenza di ferro, che deve essere trattata (il niferex potrebbe andare bene) ma cosa più importante deve essere capita la causa di questa sideropenia (le cause possono essere molteplici e vanno indagate). Inoltre se vuole faccia pure il dosaggio della vitamina B12 e folati per vedere se c'è carenza. Deve capire la causa della mancanza di ferro e deve fare la cura fino a che la ferritina non si normalizzi. Si rivolga al suo medico curante e non prenda decisioni autonome nè sulla terapia nè sugli esami da effettuare.
Spero di esserle stato di aiuto
Un saluto
Dr. Giovanni Franco - Ematologo
www.dottorfrancoematologo.it
www.facebook.com/ematologopalermo

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo Dott. Franco,
La ringrazio per la celere risposta. Ho ricevuto i risultati delle nuove analisi. Nell'attesa di effettuare una visita medica le comunico i valori principali per avere un suo parere:

Vitamina B12 325,8 pg/ml
Sideremia 102 mcg%
Transferrina insatura 328 mcg% totale 430 mcg%
Ferritina 43,12 %
Globuli rossi 4.140.000 M/uL
Hb 12,5 %
HCT 35,2 %

Nonostante i netti miglioramenti rispetto a marzo ho notato che la transferrina è più alta dei limiti normali, dunque mi chiedevo il motivo di questo. Inoltre ho pensato che l'analisi della vitamina B12 potesse essere stata falsata dal fatto che, già da 2/3 giorni prima di effettuare il prelievo, stessi assumendo un integratore contenente vitamina B12 in quantità pari al 1120% del VNR.
Le riporto inoltre altri dati un po' fuori dalla norma:

Colesterolo totale 126 mg/dl
Trigliceridi 37 mg%

La ringrazio in anticipo e le auguro una buona giornata.