Utente 494XXX
Salve, ho 37 anni e ho scoperto da poco di essere fabico. Gli esami del sangue ripetuti due volte hanno evidenziato valori Sg-G6PDH eritrocitario pari a 0,1 U/g Hb e successivamente 0,0 U/g Hb.
Gli esami erano stati fatti assieme a quelli che necessitavo per indagare una possibile artrite reumatoide.
Preciso che non ho mai avuto crisi emolitiche e ho sempre assunto tutti i tipi di farmaci e mangiato fave. Ovviamente il medico ora non mi ha prescritto né Plaquenil né salazopirina, se peggiorerà ancora proveremo il metotrexato.
Chiedo gentilmente:
È possibile che esistano forme di favismo con valori come il mio che non abbiano sintomi?
In caso di possibile ricovero in stato di incoscienza,è bene avere addosso un avvertimento che il personale sanitario possa leggere sulla mia condizione di carenza di G6PD?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Buon pomeriggio.
Relativamente al suo caso clinico (assenza totale dell'enzima con assenza di manifestazioni emolitiche) le faccio presente che la carenza di G6PDH nella stragrande maggioranza dei casi è asintomatica. Il perchè non abbia avuto crisi emolitiche pur avendo avuto contatti con agenti che aumento lo stress ossidativo non è possibile spiegarlo. Comunque eviterei.....

Relativamente alla segnalazione del deficit è bene che questa cosa sia fatta presente mediante segnalazione da portare sempre dietro.

La saluto
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Grazie molte per la risposta.
Anni fa il mio medico di base notando il colore giallo della sclera e della pelle che avevo saltuariamente, valutato il valore elevato della bilirubina a seguito di esami del sangue, ipotizzo che avessi la sindrome di Gilbert.
Alla luce della scoperta del mio deficit di G6PD, quando ancora mi capita di avere questo lieve ittero della pelle e della sclera, potrebbe trattarsi una manifestazione di lieve crisi emolitica e non di sindrome di Gilbert?