Utente
Gentilissimi Dottori,

Ho 27 anni, e mi sento in perfetta salute, non ho stanchezza o inappetenza, ma da ormai 9 mesi ho questa linfoadenopatia laterocervicale che però non mi dà nessun tipo di fastidio, a livello di dolore almeno.
Il linfonodo più grande è di 4 cm.
Non ho più fatto un ecografia di controllo dopo settembre perché l'ematologo non l'ha richiesta, quindi non so se siano ancora così ingrossati, al tatto sembrano uguali comunque.
Detto ciò, da settembre fino ad ora sono dimagrita molto, ho perso 13 kg, per cui ad oggi peso 42 kg, che è poco a mio modo di vedere.
Mangio tanto, anche perché l'appetito non manca mai, però è vero anche che ho iniziato a fare attività cardio proprio da settembre, quindi il metabolismo si è attivato molto, ed ora stando ferma a casa da due mesi per via della quarantena ho perso solo un kg.
In questi ultimi due mesi tra l'altro è subentrato un altro problema, cioè il prurito insistente in tutto il corpo, con vasculiti che nel giro di tre giorni andavano via.
Con la cura prescritta dal dermatologo il prurito è diventato decisamente più leggero, anche se c'è ancora, ho la pelle come reattiva, secchissima, squamata ec.
Lo stesso dermatologo ha detto che secondo lui non sj trattava di un problema dermatologico e mi aveva suggerito di approfondire con l'ematologo.
Ho fatto allora tutti gli esami del sangue possibili, oltre chiaramente agli esami della tiroide, hiv, lupus, artrite reumatoide, tipizzazione linfocitaria, tutto negativo e nella norma, avevo solo una leggera inversione dei valori cd4 e cd8, ed una leggera anemia ipocromica.
La mononucleosi l'ho avuta, ho fatto l'esame a settembre, non so Quando, ma ho gli anticorpi, quindi potrebbe anche essere questa la ragione per cui ho questi linfonodi ancora lì.

La mia domanda a questo punto è, ha senso fare la biopsia del linfonodo, consigliata dal mio ematologo?
Lo trovo un esame invasivo ed inutile nel mio caso considerato che mi sento davvero in perfetta forma aldilà di questi sintomi che possono tranquillamente essere slegati tra loro.

[#1]  
Dr.ssa Maria Grazia Bisconte

24% attività
20% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
SARACENA (CS)
VILLAPIANA (CS)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2019
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, un linfonodo di 4 cm non dolente, accompagnato da perdita di peso importante e prurito va sicuramente controllato e biopsiato dopo aver effettuato anche una tc Body per verificare la eventuale presenza di adenomegalie in altre sedi (interne) e la eventuale presenza di epato splenomegalia. Segui il consiglio dell'ematologo.
Auguri.
Dr.ssa maria grazia bisconte