Utente 243XXX
Salve scrivo per conto altrui. Nel mese di maggio 2016 fa eco tiroide con risultato in cui si evidenzia la presenza di nodulo disomogeneo del lobo sx solido isoecogeno di 14mm con vascolarizzazione perinodulare. Purtroppo non vengono eseguiti tutti i controlli solo successivamente nel mese di febbraio di quest'anno ripete eco e si riscontra lodo destro 25x25 mm di diametro ll X ap rispettivamente, ecostruttura appare finemente disomogenea ma non si rilevano formazioni nodulari. Lobo sinistro di 18x17mm ecostruttura appare disomogenea per la presenza al 3 medio di una formazione nodulare isoecogena a margini irregolari e sfumati e vascolarizzazione perinodulare di 13x10x14 mm. Posteriore altro nodulo ioecogeno di 7x4x6,6 mm. A questo esegue esami del sangue dove si riscontra TSH 0,02 FT4 2,47 al che si sottopone a scintigrafia dove il referto indica una rarefatta e disomogenea distribuzione del pertecnetato 99Tc a carico dell'intero parenchima ghiandolare. Conclusione quadro scintigrafico compatibile con flogosi acuta e/o interferenza iatrogena. A questo punto viene richiesto l'ago aspirato. Volevo sapere se c'è la possibilità che sia un tumore e cosa mi consigliate di fare se è il caso di toglierlo o si può curare. Mi dicono di stare tranquilla perché dai vari referti è una infiammazione nulla di così preoccupante

[#1] dopo  
Dr.ssa Emma Lucci

24% attività
4% attualità
0% socialità
BACOLI (NA)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2016
Gentile utente il quadro ormonale andrebbe completato con gli anticorpi è la calcitonina. L esame citologico con agoaspirato e L unico che può dare certezza della benignità o meno del nodulo. Se il nodulo è benigno basta tenerlo sotto
Controllo con ecografia annuale e valutazione ormonale semestrale ; se maligno è indicato L intervento chirurgico . Cordiali saluti.
Dr.ssa emma lucci