Utente
Da quando avevo circa 8 anni mi capita ogni tanto che il cibo mi rimane bloccato in gola e poi non riesco a mandar giù nemmeno l'acqua e a volte nemmeno la saliva. Durante il primo episodio sono stato portato in ospedale e, dopo vari tentativi, il cibo è stato mandato giù con un sondino. Ora quando mi succede cerco di provocare il vomito per mandarlo via e spesso ci riusco. Mangio molto lentamente e mastico anche troppo per paura che succeda di nuovo. L'ultima volta non sono riuscito ad espellerlo con il vomito. Riuscivo ad ingoiare solo la saliva, l'acqua scendeva poco per volta ma poi era come se si accumulasse in gola e poi dovevo espellerla. Mi sono recato in ospedale, mi hanno fatto una iniezione di Bentelan, l'otorinolaringoiatra mi ha visitato e ha detto che era tutto ok. In Gastroenterologia mi hanno sottoposto sotto anestesia a gastroscopia, hanno tolto un pezzo di carne e tutto l'altro cibo è stato frantumato. Il giorno successivo, da una seconda gastroscopia è risultato tutto ok. Non mi hanno saputo dare spiegazione a questo fenomeno che mi succede. Sono stato sottoposto a vari esami: ecografie, radiografie, TAC torace e addome, ecografia tiroide, ma non hanno trovato nulla che potesse essere collegato con l'accaduto. L'unica cosa: la gastroenterologa ha trovato l'esofago rigido. Oggi ancora stavo mangiando patatine fritte e ho sentivo che scendevano con difficoltà. Spero che qualche dottore mi sappia indirizzare a capire questo mio problema o quantomeno mi sappia indirizzare verso quale branca della medicina rivolgermi: otorinolaringoiatria o gastoenterologia o verso quali esami eseguire. Grazie

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Deve fare una manometria esofagea ed uno studio radiografico dell' esofago con transito.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente
Mi hanno prescritto un'altra gastroscopia per controllo con biopsia ed è risultata substenosi dell'esofago .. anello fibroso. Mi scuso se scrivo in maniera non dettagliata ma non sono in possesso del referto in quanto sto eseguendo questi esami come se fossi ancora ricoverato quindi rimane tutto nella cartella clinica. Sul referto c'era scritto che devo essere sottoposto a dilatazione esofagea, ma mi sembra forse un pò troppo affrettato eseguire dilatazione, lei cosa ne pensa? Poi mi chiedevo come mai nelle precedenti gastroscopie non è risultata questa sub stenosi. Vorrei infine sapere se il reflusso gastro esofageo può portare alla stenosi esofagea. Grazie e saluti

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
La stenosi puo' essere conseguenza del reflusso ed essere comparsa recentemente.La dilatazione è una terapia corretta se indicata.Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie per la risposta dottore. Quindi se ho capito bene, il problema che il cibo rimane bloccato potrebbe anche essere dovuto ad altro. E' possibile che ci sia qualche problema non sempre presente, ad es. infiammazione, visto che io non sempre ho difficoltà alla deglutizione? Grazie, saluti

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
No, la stenosi lo giustifica.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente
E allora perchè nelle precedenti gastroscopie non è stata riscontrata la substenosi? Saluti

[#7]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Questo ovviamente non posso saperlo
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it