Utente 499XXX
buongiorno!
ho effettuato questo controllo, ne riporto l' esito:
fegato nella norma per dimensioni, ad ecostruttura ad impronta steatosica.

vbi e vbe non dilatate.
colecisti alitisiaca.

reni in sede, senza segni di retrostasi.

splenomegalia (nota-diametri max 140x 51 mm), ecostrutturalmente omogenea; piccola milza accessoria.

non masse pancreatite; Wirsung esile.

Aorta di diametro A-P nella norma; non linfoadenomegalie lombo-aortiche.

vescica a contenuto omogeneo.

utero globoso.

non falde liquide endoperitoneali.

ghiandola tiroidea nella norma per dimensioni; presenza di due noduli ipo-anecogeni a livello del lobo sinistro max di 11, 5 mm (con piccolo aggetto solido al suo interno).

utile correlazione con dati bioumorali.

non si apprezzano linfoadenomegalie laterocervicali, ascellari ed inguinali bilateralmente.

ho riscontrato nell' ultimo emocromo una severa sideropenia, ferritina a 4 e sideremia a 24: ne è forse responsabile la milza?

negli eco precedenti nessun medico mi ha mai segnalato la milza accessoria, ma ci si nasce, o non è mai stata riportata perché di scarso significato clinico?

il fegato non è mai stato steatosico, dipende dai farmaci che assumo?
sono oltre 20 anni che li prendo, sarà invece l' alimentazione?
domando a voi, anche se sono normopeso e non bevo alcolici.

gradirei insomma un vostro parere.

attendo cordiale riscontro e ringrazio sin da ora.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Non posso risponderle se l' impronta steatosica dipende dai farmaci o dall' alimentazione, perché dovrei conoscere i particolari degli uni e dell' altra. In realtà l' endoscopista parla solo di " impronta steatosica " , non proprio di steatosi, quindi poca roba, non importante.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente 499XXX

la ringrazio anzitutto della risposta.
l' alimentazione è regolare,i farmaci sono per il disturbo bipolare.
per il resto è la milza,che influisce sulla sideremia,e sulla ferritina?
sono già più tranquilla sul fatto che non sia un dato importante,non vorrei che il fegato entrasse in " sofferenza"

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Non credo che dipenda dalla milza. Forse è ridotto l' assorbimento del ferro contenuto negli alimenti. Per il fegato non si preoccupi : è suffiiente che lo controlli periodicamente con una ecografia.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente 499XXX

la ringrazio della risposta.
effettuo questo esame ogni 6 mesi,sono affetta da una forma di linfoma,il marginale splenico( a basso grado), diagnosticato da poco più di un anno,al momento non ancora da " trattare".
per quello chiedevo della milza,non sò con esattezza dove si formi il ferro,tantomeno dove siano le scorte.
pensavo insomma fosse causato dalla patologia,per l' assorbimento non saprei proprio,che cause dovrei ricercare?
mai sofferto di carenza di ferro