Utente 198XXX
Gentili dottori sono alla settima settimana di gravidanza, a letto per minaccia di aborto con sanguinamento,risolta con progesterone e vasosuprina.La mia e' una gravidanza naturale, ma pensandi di dover fare una fivet io e mio marito abbiamo eseguito il cariotipo ed e' tutto ok.Ma mio marito ha in famiglia un cugino di primo grado, figlio della sorella del padre, affetto da sindrome di down. Come parenti stretti abbiamo un rischio piu' alto rispetto ad altri? premetto io ho 33 anni compiuti a luglio e mio marito 37. La minaccia di aborto puo avere una correlazione con un eventuale trisomia? grazie mille per i vostri preziosi consigli

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri

28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
SARTEANO (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
è abbastanza frequente durante le prime settimane di gravidanza ( maggiormente alla prima) avere perdite ematiche che normalmente terminano intorno alla dodicesima settimana e che sono da riferire all'annidamento dell'embrione nell'utero. Tant'è che molti ginecologi neanche la trattano e si limitano a consigliare solo riposo ( non necessariamente a letto) ed evitare stress emotivi. Questo ovviamente in base alla quantità di perdite ed in base alla valutazione ottenuta con la visita.
La probabilità di avere un figlio Down è più alta nei soggetti con parenti diretti Down ( fratelli o sorelle) altrimenti il rischio è riconducibile a quello di qualsiasi altra persona.
Comunque vi consiglio di fissare la visita con un genetista per fugare qualsiasi dubbio e vivere il periodo della gravidanza in piena tranquillità senza ansie e preoccupazioni.

Auguri

Dott.ssa Serena Mazzieri
Dott.ssa Serena Mazzieri