Utente 689XXX
Salve,
ho mia nonna, 90 anni, che anni fa ha avuto diversi "microinfarti lacunari" cerebrali. Gli anni sono passati con alti e bassi e una mobilità sempre minore, ma nient'altro. Da qualche mese presenta nuovi sintomi: ha avuto circa 2 mesi di scialorrea profusa (trattata con omoprazolo dal MMG); lievi tremori a riposo; lieve difficoltà a deglutire. Inoltre, il sintomo che mi porta a chiedervi un consulto è la sua recente difficoltà nell'eloquio, principalmente nella articolazione delle parole che lei sa benissimo ma che non escono con facilità. Lo sforzo e le parole "biascicate" rendono la comunicazione molto difficile, in assenza di deficit di memoria o spazio/temporali. Può essere una recrudescenza di nuovi microinfarti o qualche altra patologia? Che tipo di visita e esami mi consigliate di farle fare?
Grazie infinite.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
una difficioltà nell'eloquio:voce tremante,difficoltà nel comporre frasi,nell'articolare semplici frasi o parole singole con rallentamento nell'ideazione o nei movimenti in genere e con "lentezza",potrebbe essere espressione di un problema sottocorticale e/o dei nuclei della base ( movimento "involontario") e talvolta con coinvolgimento cerebellare. Un'involuzone senile, unita a disturbi ischemici, può dare di questi problemi. la prima cosa da fare è una visita geriatrica ed una RMN cerebrale.

Le invio cordiali saluti e rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it