Utente 526XXX
Esame eseguito con tecniche SE e FSE sui piani sagittali e assiali.
Contenuti gli ultimi dischi dorsali e i primi tre lombari.
A livello di L4-L5 il IV disco presenta un'ernia estrusa intraforaminale sinistra in conflitto con il complesso ganglio-radicolare sinistro di L4.
Contenuto il V disco.
Canale rachideo di volume e morfologia regolari.
Tratto di midollo visibile di volume, morfologia e segnale nella norma. Cono midollare normalmente posizionato.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egregio signore,
cosa vuol sapere?

Dr. GIOVANNI MIGLIACCIO
Specialista in Neurochirurgia
Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli
C.so di Porta Nuova,23 - MILANO (MI)
Tel.: 3356320940
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 526XXX

Gentilissimo Dr.Giovanni Migliaccio in base a quello che gli ho scritto vorrei sapere gentilmente cosa mi consiglia di fare dato che continuo ad avere dolori nevralgici ,la ringrazio per la cortese attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Deve descrivere i Suoi sintomi, le caratteristiche, quando insorgono con che modalità ecc.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente 526XXX

I sintomi 1 quando sto seduto più del solito questo vale anche per i viaggi in macchina ,e fastidioso inchinarsi al risveglio al mattino mi devo alzare dal letto ,portare delle borse della spesa ,però se cammino un paio d'ore ho anche di più abbastanza andante, (come quotidianamente faccio) dai 5 ai 7 km al giorno non sento nessun fastidio come invece stare fermo più di 10 minuti insorgono questi dolori di nevralgia lombare ,faccio della ginnastica vertebrale ogni tanto al mattino alla quale mi aiuta a ritardare gli eventi reumatici ,i dolori vanno dalla coscia esterna fino alle caviglie questo non spesso (1 o 2 volte alla settimana) che consiglio mi può dare " dovro mica camminare sempre per stare bene e seguendo quel consiglio di quell'anziano saggio chi si ferma e perduto . Scherzi a parte la saluto cordialmente a lei e in famiglia e la ringrazio . Buone feste e buon'anno

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
E' molto probabile che sia necessario l'intervento chirurgico,anche se bisognerebbe vedere bene le immagini TAC e valutare se è il caso di ulteriori accertamenti clinici, ma dal reperto (da come si legge ) di una ernia intraforaminale che "si spinge" fino al ganglio e in considerazione dei Suoi sintomi, credo che l'atto chirurgico si imponga.

Disponibile per ulteriori eventuali chiarimenti,la saluto cordiamente e ricambio gli auguri

Dr.G.Migliaccio
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#6] dopo  
Dr. Pierpaolo Romani

32% attività
4% attualità
16% socialità
LAVAGNA (GE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Mi sembra strano che con un reperto neuroradiologico simile, che dovrebbe darle dolori e riduzione della sensibilità sulla coscia e riduzione del riflesso rotuleo dal lato colpito, non sia mai stata fatta o consigliata un'elettromiografia.
Lei fa difficoltà a salire le scale?
Ha notato se alzarsi dalla posizione accovacciata facendo carico sull'arto inferiore dolente le è possibile?
Questi 2 dati già le potrebbero indicare se il muscolo quadricipite della coscia è denervato, ma solo dopo un'elettromiografia con ago sul muscolo quadricipite della coscia e tibiale anteriore si può sapere quanto la radice L4 sia compressa o lesa.
Dott. Pierpaolo Romani - Neurologo - S.S. Neurofisiologia - Ospedale di Lavagna (GE)
Dott. Pierpaolo Romani Dirigente Neurologia Ospedale di Lavagna

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Concordo con il Collega su un più preciso approccio diagnostico!
In questo caso l'elettromiografia è importante,ma anche l'accurato esame clinico soprattutto perchè, seppur possibile in rari casi, è difficile che il disco L4-L5 erni nel forame della radice L4 e poi così"lontano" dalla tasca radicolare.
Quindi il caso va ben studiato sia dal punto di vista clinico sintomatologico che degli esami strumentali, tenendo anche presente che, spesso, l'EMG è negativa e comunque non bisogna attendere i segni di denervazione per porre l'indicazione chirurgica.

Cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#8] dopo  
Utente 526XXX

In base al vostro consulto , che ringrazio infinitamente , volevo sapere gentilmente se in base a ulteriori indagini che faro dietro al vostro consiglio se ci potrebbero essere le condizioni per un prospetto di invalidità civile su quel poco materiale che avete a disposizione .Non vorrei aver abusato della vostra cortese attenzione alla quale io rinnovo a ulteriori auguri. firmato Giuseppe Salamone

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prima di certificare uno stato di invalidità civile, non crede sia meglio evitare di essere invalido civile?
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano