Utente 198XXX
Buonasera,

mia nonna ha 91 anni e fino a sei mesi fa era sostanzialmente indipendente e forte! ha iniziato poi a deprimersi tutto d'un colpo sviluppando una serie di atteggiamenti che dimostravano quanto la solitudine e la mancanza di tutti i cari che ormai nn c sono piu la stessero logorando. Ha iniziato a mangiar sempre meno, ad aver allucinazioni, cadute e pian piano ha avuto sempre piu bisogno di aiuto. Nel giro di sei mesi ha infatti perso 20 chili. Ormai due settimane fa, la mattina l 'ho trovata per terra, caduta e probabilmente nella notte ha preso freddo (o non so)...dal giorno dopo e' stata malissimo,febbre, non respirava, non riusciva a muoversi,aprir gli occhi e nemmeno a deglutire l'acqua che le davo a cucchiaini.....Ci ha spaventati molto!Per fortuna ha reagito bene alle cure di antibiotici dati dal dottore(che ho chiamato subito) e percio' in tre/quattro giorni stava gia' molto meglio. Il problema e' che pero' non e' mai piu riuscita ad alzarsi dal letto (fino a 4 giorni prima, anche se a passetti, camminnava), le gambe nn la reggono, le braccia fan fatica a volte anche a tener in mano il bicchiere da avvicinar alla bocca e percio' passa la giornata a letto, con noi che a turno le diamo da mangiare omogenizzati e minestre (perche' da tempo fatica a mandar giu il cibo se nn e' semiliquido), la cambiamo ecc......A sentire i miei genitori sembra che la diano per spacciata ma io ASSOLUTAMENTE NO! So perfettamente che ha un'eta' notevole ma NON HA ALCUNA MALATTIA se non la debolezza e la tristezza cronica :( !...........Sto facendo il possibile per capire come aiutarla, la sua voce e' ancora forte, e' sempre stata una donna grintosa e in lei vedo ancora la grinta ed una reale possibilita di rimettersi. Quel che vorrei chiedere e' questo...........E' possibile???? Continuando a curarci di lei, e' possibile che piano piano riprenda qualche chilo e quindi anche le forze??? So che nn tornera come prima ma in casa mi stanno facendo impazzire perche; viviamo con l'ansia costante che muoia, litigo sempre con mia madre (sua figlia) che si comporta come se ogni sforzo fosse inutile ma a me nn sembra affatto cosi. Voi cosa mi dite??? credo sia normale che dopo una malattia ci metta tanto tanto tempo per riprendersi ma PUO' farlo..........O NO?............

Scusate l'insistenza ma mia nonna e' fondamentale per me e non sopporto l'atteggiamento dei miei genitori........Se voi mi dite che questa stanchezza e debolezza cronica, a quel'eta', e' irrimediabile e sintomo che davvero le forze presto l'abbandoneranno definitivamente ok, provero' a crederci ma se mi dite che con la cura costante ha reali possibilita di ripresa di chili e di forze e non lo sto solo sognando meglio!

Vi ripeto, non ha malattie di alcun tipo e la sua voce e la sua mente e i suoi occhi son ancora vispi e forti! Dice che ha sempre tanto sonno e non capisco se e' una debolezza giustificata dalla malattia (avuta pure nei giorni di afa) o altro..............

VI ringrazio

[#1] dopo  
Dr. Salvatore Bartolotta

24% attività
0% attualità
12% socialità
CALTANISSETTA (CL)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, in occasione della "caduta " avete eseguito esami radiografici , ematochimici , Tac encefalo o altro?

Sono state escluse fratture?
E' stata esclusa una ischemia cerebrale?
Sono state esaminate altre cause che possono aver portato alla caduta? ( carenziali, iatrogene.........ecc.)





Dr. Salvatore Bartolotta