Utente 784XXX

Buongiorno...vorrei un parere sull'assunzione farmacologica che fa giornalmente mia madre di 92 anni.Fino ad un anno fa :Entact 10 mg al mattino,Metformina 500 a pranzo e cena,Xarelto 15mg,Lanoxin 1/2 entrambi a pranzo,Sivastin 20mg a cena e Minias 1mg prima di coricarsi.Vive con la badante.Si alimenta da sola.Fa uso di pannoloni,ma di giorno ha il controllo vescicale.Fuma circa 10 sigarette al dì e soffre di una grave ipoacusia.A luglio introdotta Quetiapina 25mg la sera.Spesso agitata anche per cambio di una badante del weekend.A settembre inizia a lamentarsi di musica proveniente dall'alloggio vicino....Aumentando il disagio per le allucinazioni uditive,la geriatra ha prescritto 2 compresse di Quetiapina al dì( ECG nella norma...),nella visita di gennaio.Ora internista,ha aggiunto 10/15 gocce di Serenase per arginare l'agitazione per il fastidio causato dalle allucinazioni che non sono continuative,soprattutto di sera per ora...Cosa ne pensa?Ci sono "aggiustamenti"da fare?Grazie.Lorena Esposito

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Schinco

20% attività
4% attualità
4% socialità
MONCALIERI (TO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
Confermo le terapie indicate dai colleghi. Se sufficienti ad arginare i sintomi non consiglio altro. Si possono aggiustare i dosaggi nel caso.
Questi sintomi sono comuni nell'anziano e non necessariamente invalidanti ma sicuramente fastidiosi e causano sofferenza al paziente.
Dr. Patrizio Schinco - Geriatra

[#2] dopo  
Utente 784XXX

La ringrazio molto......