Utente 282XXX
Buonasera, chiedo gentilmente il vostro parere perchè non vorrei preoccuparmi inutilmente, ma l'agitazione inizia a farsi sentire. Ho trovato un roditore piuttosto grande vicino all'ingresso dell'azienda dove lavoro, quando mi ha visto è scappato. Volevo chiedervi se è possibile contrarre malattie calpestando zone nelle quali sono passati da poco questi animali. Tenendo conto poi che pioveva, ho sì pulito le scarpe nello zerbino (esterno) prima di entrare, ma la suola è rimasta ovviamente ancora umida e, pensandoci, probabilmente il roditore sarà passato anche sullo zerbino.
C'è qualche cosa che posso fare, qualche accorgimento da prendere, oppure posso stare tranquillo?
Grazie in anticipo. Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Piero Alessandro Casonato

28% attività
0% attualità
16% socialità
()

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Lei aveva le scarpe ai piedi . Le scarpe rappresentano una protezione più che sufficiente .Certo , se avesse bevuto acqua o mangiato alimenti contaminati da urine di topo ,un certo rischio ci sarebbe stato.
Dobbiamo tenere conto che :
a) non tutti i topi sono infetti
b)anche l'uomo ha le sue difese naturali come la pelle , ed altre artificiali , come le scarpe.
Tutto questo fa sì che contrarre una malattia non sia proprio così facile come qualcuno può ritenere , altrimenti dovremmo rinchiuderci tutti in case sterilizzate , senza avere contatti con il mondo esterno e con altri esseri viventi , come faceva Howard Hughes , miliardario americano , che per paura delle malattie si era completamente isolato dal resto del mondo.
cordiali saluti.
Dr. piero alessandro casonato

[#2] dopo  
Utente 282XXX

Buongiorno Dottore, mi scuso per la domanda "banale" ma avendo figli piccoli a casa la mia paura era anche quella, non potendo evidentemente igienizzare o disinfettare le scarpe, di esporre indirettamente anche loro a possibili rischi.
La ringrazio molto per le spiegazioni e la disponibilità anche in questo giorno di festa.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 282XXX

Buonasera, vi disturbo nuovamente "riagganciandomi" alla domanda fatta tempo fa per chiedervi un parere, per cortesia.
Sistemando un ripostiglio al lavoro ho trovato un alone giallo/arancio su un vecchio sacchetto in plastica bianco. Il ripostiglio è poco utilizzato, era parecchio sporco e non sono stato in grado di capire se erano presenti anche escrementi di eventuali roditori. Inizialmente non ho dato importanza alla cosa ora però inizio a preoccuparmi: nel caso il sacchetto fosse realmente sporco di urine di topo cosa ho rischiato toccandolo e spostandolo?
Non era bagnato, avevo i guanti ma con gli stessi ho finito di sistemare anche il resto degli attrezzi (alcuni dei quali erano proprio a contatto con questo sacchetto).
Leggevo in altri consulti sempre su Medicitalia che le leptospire sopravvivono poche ore in ambiente asciutto: visto che il sacchetto non era bagnato se fossero state urine potrei stare tranquillo oppure si rischiano altre malattie?
In ultimo, se davvero c'è stata la presenza di topi visto che il locale non è areato rimanendo per qualche ora nella stanza rischio di contrarre infezioni anche per inalazione?
Di nuovo grazie e scusate le molte domande ma in questi casi l'ansia vince sempre.
Cordiali saluti.