Utente 154XXX
Salve,
avrei una domanda da porvi:
Nove giorni fa' ho avuto un rapporto protetto con una ragazza di 25 anni appena conosciuta, desidero descrivere dettagliatamente il rapporto che ho avuto perchè vorrei ricevere un parere sulla possibilità di contrazione di malattie veneree.
Ho applicato del gel lubrificante sulle labbra della vagina,solo superficialmente, senza entrare in profondità con le dita, dopodichè avendo già messo il preservativo ho stimolato con il pene le labbra della vagina stessa, ancora una volta senza entrare in profondità con il pene perchè la ragazza ha voluto prima praticare del sesso orale (con preservativo), ed ho avuto anche un contatto lingua-scroto da parte sua.
Il sesso orale è durato circa 3 o 4 minuti dopodichè ci siamo dati un bacio alla francese, detto così fa ridere ma naturalmente ho sentito il sapore del lattice del preservativo, il rapporto poi si è concluso con la penetrazione senza la rottura del preservativo.
La mia domanda è, c'è una qualche possibilità che il liquido vaginale rimasto sul preservativo mi sia stato trasmesso tramite uno dei baci alla francese che ci siamo dati?
Quindi, c'è possibilità che io abbia contratto una malattia venerea?
Aggiungo che sono un ragazzo che fa parecchio sport, corro 3 volte a settimana e 2 volte a settimana faccio pesi in palestra caricando molto, quindi per me i dolori articolari sono all'ordine del giorno.
Al momento, a distanza di una settimana non manifesto nulla, mi sento energico come sempre, non ho linfonodi ingrossati, unica cosa: tonsille un po' ''iperattive'', ma per me è sempre stato normale anche questo, visto che ho delle tonsille con le ''cripte'' che ogni tanto presentano all'interno dei ''grumi bianchi'', suppongo siano piccoli ascessi dovuti ai batteri presenti nelle cripte dato che l'odore che emanano quando li espello e li esamino, è propriamente la puzza del ''pus'', ma non lo so, sfortunatamente non sono medico.
Non so se questa mia particolarità delle tonsille possa facilitare la trasmissione di malattie, ma non ricordo di aver avuto lacerazioni in bocca, nè herpes.
In ogni caso sono tranquillo e non credo di avere sintomi particolari, desidero però un vostro parere sulla probabilità di aver contratto qualcosa con questi maledetti baci alla francese in base a come si è svolto il rapporto descritto, credo che questi baci siano stata la mia unica falla nel rapporto che ho avuto, quindi vi chiedo se sia il caso di effettuare qualche test.
Dopo il rapporto, ho cercato di indagare sullo stile di vita della ragazza facendole delle domande mirate ed ho scoperto che prima di me, in poco tempo ha avuto circa 3 rapporti con ragazzi appena conosciuti, non so se protetti o meno, e molto probabilmente ne ha avuti altrettanti durante i mesi precedenti, mi sento di escluderne la tossicodipendenza essendo laureata, lavoratrice, non fumatrice.
Questo è stato il mio primo rapporto avuto dopo una relazione stabile conclusa.

Vi ringrazio per l'attenzione

Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Nò , non vedo problemi di tasmissione HIV, la saliva non lo trasmette, per cui mi sento di tranquillizzarla
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 154XXX

La ringrazio molto Dr. Baraldi per la sua cortese risposta.
Quindi anche se nella saliva della ragazza, come nel mio caso descritto, fosse stato presente del liquido vaginale o del sangue dovuto a piccole ipotetiche ferite, la trasmissione non dovrebbe avvenire?

Distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì, non vedo particolari rischi
Un saluto

A. Baraldi