Utente 439XXX
Buonasera,
Sono una ragazza di 29 anni sposata da pochi mesi,facendo gli esami di controllo anche per-gravidanza abbiamo scoperto che sia io che mio marito abbiamo la sifilide..ci hanno detto che la possiamo anche aver presa in rapporti precedenti e che è rimasta silente negli anni. Abbiamo fatto,consigliati dal nostro medico, la penicillina ! E passati i 3 mesi abbiamo rifatto gli esami e da un valore iniziale del TPHA-treponema pallidum di 39.05 il valore è sceso a 21.95! A questo punto il nostro medico ha detto che va bene, che ogni tre mesi dobbiamo ripetere gli esami e che se tra un anno il valore è ancora presente dobbiamo rifare la penicillina! Ora la mia domanda è:
1. Non c'è nessun'altro tipo di cura?
2. Perché dobbiamo fare sempre del sesso protetto pure essendo entrambi affetti? Perché non possiamo fare del sesso orale? ( tutti cose che il nostro medico ci ha detto di non fare!)
3. Perché non posso rimanere incinta?
4. Possibile che questa malattia è silente da tanti anni?
Spero di essere stata chiara.
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte!

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
un TPHA non basta per verificare se una sifilide sia in fase di guarigione o sia guarita.
Anzi le dirò che il TPHA non è affatto indicato nel follow up della Sifilide, perchè anche a guarigione avvenuta resta positivo per tutta la vita come "cicatrice immunitaria"
La sifilide si deve monitorizzare anche con la valutazione dei test reaginici (VDRL/RPR) la cui negativizzazione depone per l'avvenuta guarigione e con esami specifici come la ricerca degli anticorpi anti Treponema Pallidum IgM+IgG.
Se questo non bastasse e vi fossero dei dubbi esistono tests ancora più raffinati come l'Immunoblotting contro le SINGOLE componenti del treponema Pallidum.
Il vostro errore è stato affidarvi a un medico che evidentemente di gestione della Sifilide se ne intende poco: la stessa guarisce sempre, il miglior famaco e la BenzilPenicillina Benzatina (meglio nota come Sigmacillina) somministrata a dosaggio congruo secondo le varie scuole e correnti di pensiero e lo stadio della malattia e la cui gestione va affidata ad un Infettivologo o ad Un Dermosifilopata.
Il resto sono un mucchio di fesserie che il vostro medico vi ha raccontato.
Di più per via telematica non posso fare.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 439XXX

Grazie mille dottore per la sua risposta,cercherò di fare questi test più specifici e mi affideró a un altro medico! Quindi in realtà io e mio marito possiamo fare sesso non protetto?!grazie mille ancora...

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signora,
io personalmente le consiglio di rifare in tempoi rapidi i test più semplici, detti anche di screening: il TPHA e la VDRL.
Se il test reaaginico (VDRL o RPR) dovesse risultare negativo sia in lei che in suo marito con ottima probabilità la loro Sifilide è guarita e i rapporti si possono avere in tranquillità.
Diversa sarebbe la situazione se la VDRL di uno dei due fosse ancora positiva.
Questi esami sono di rapida esecuzione, alla portata di ogni laboratorio e il risultato si ottiene in uno - due giorni.
I test specifici vanno assolutamente eseguiti ma come conferma dello screening indicatole.
Anche perchè, per esempio, una ricerca di anticorpi specifici anti treponema può richiedere qualche giorno in più e un laboratorio più qualificato. Lo stesso discorso si pone se si dovesse optare per l'immunoblotting contro le varie componenti costitutive del Treponema.
Mi faccia sapere se vorrà.
saluti a lei e suo marito,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 439XXX

Buongiorno dottore,
Prima di tutto la ringrazio per la sua risposta così celere. Comunque si riguardando bene gli esami fatti avevamo anche fatto il VDRL è in entrambi risulta ancora positivo.
Invece il valore del TPHA sta diminuendo!
Quindi ora che facciamo?
È possibile che basta una sola siringa di penicillina?
Per quanto riguarda il sesso quindi è meglio ancora avere rapporti protetti? Anche il sesso orale?
Grazie mille...
Ps.scusi se insisto sulla questione sesso é che siamo una coppia giovane appena sposata e vorremmo goderci di più il matrimonio! Visto che questa malattia ci ha alquanto sorpreso!!

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Signore caro,
Lei deve fare adesso la VDRL, il TPHA e la ricerca delle IgM e delle IgG anti treponema.
Quello che è stato fatto va paragonato con lo status quo.
Una sola dose di 1200 UI di sigmacillina mi pare davvero poca.
Chi gliel'ha data?
Un dermatologo o il Curante?
Forse è bene che si facciano seguire presso un centro per MST o da un dermosifilopata che sappia diagnosticare e curare adeguatamente la Lue ed eseguire il suo follow up.
Di regola con la guarigione la VDRL si negativizza. Il TPHA non serve nel follow up della Sifilide, servono test specifici che loro non hanno fatto.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.