Utente 468XXX
Buongiorno, mi è stata diagnostica la lue con i seguenti valori: VDRL 1:64 TPHA 1:1280.
Ho finito circa un mese fa ciclo di IM di benzilpenicillina 1,2 mil/unità per gluteo alla settimana per 3 settimane ma ancora oggi noto sulle dita delle mani i classici “collaretti di Biett”.
Potrebbe la cura essere stata inefficace? Mi consigliate di ritornare dallo specialista di malattie infettive che mi ha avuto in cura? Perché mi aveva detto solo di rifare le analisi dopo 6/8 mesi ma a questo punto non so se va bene ancora aspettare.
Grazie, saluti.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
i "Collaretti di Biett" di cui parla, deve vederli chi ha esperienza nel campo della infettivologia.
Tra l'altro deduco, e mi corregga se sbaglio, che lei al momento di iniziare la terapia avesse già una Sifilide secondaria.
Personalmente avrei scelto lo schema di 2.400.000 unità di Benzilpenicillina Benzatina alla settimana per tre settimane, ma certamente il collega avrà avuto le sue ragioni.
La clinica è sempre fondamentale, ma in questo caso lei deve ricorrere a esami immunosierologici specifici: oltre alla VDRL (utile ma non diagnostica) deve dosare separatamente le IgM e le IgG anti Treponema Pallidum con metodo QUANTITATIVO, oppure se possibile effettuare un immunoblotting contro le componenti costitutive del Treponema.
Sicuramente il suo Infettivologo conosce queste procedure: si rivolga a lui con fiducia per fare il punto della situazione.
Ci faccia poi sapere se vorrà.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 468XXX

Gent.mo Dott. Caldarola,
i collaretti erano già stati visti dall’infettivologo al momento della diagnosi, tant’è che, come giustamente desumeva, mi è stata diagnosticata in stadio secondario.
Dopo essere diminuiti o quasi spariti durante la fase di terapia (che le confermo essere stata di 2,4 mil/unità a settimana, 1,2 mil era il dosaggio per gluteo) ora a distanza di 4 settimane si stanno ripresentato anche più numerosi di prima.
Inoltre riscontro anche le unghie delle mani che si stanno sfaldando ma il medico di base mi ha detto che è distrofia ungueale e non si può far granché.
Se non erro il suo consiglio è di non attendere oltre e rifarmi visitare dall’infettivologo.
Grazie infinite per l’aiuto.
PS: IgG e IgM metodologia quantitativa mi era stato detto dal laboratorio analisi (ASL del capoluogo di provincia ove risiedo) non viene fatta ma solo con metodologia qualitativa.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
e' necessario che cerchi un laboratorio che le dosi le IgM e le IgG anti Treponema.
Eventualmente si sposti e vada in una Clinica Infettivologica Universitaria dove senza alcun dubbio l'esame viene eseguito.
Ma è necessario che lo faccia.
Se vorrà mi faccia sapere: per intanto torni dall'infettivologo.
Cari saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.