Discopatia e limitazioni lavorative

Salve, ho 55 anni e da 4 lavoro come cuoca in una mensa universitaria, quindi ogni giorno sono a contatto con pentolone, da spostare a destra e a sinistra.
Premetto che in passato ho sofferto di mal di schiena da una rx è risultato artrosi lombare, l'anno scorso ho avuto episodio di lombosciatalgia e una tac ha confermato 2 protrusioni l4-l5, L5-s1, quest'anno negli scorsi 2 mesi tutti i giorni dopo il lavoro ero costretta a prendere antinfiammatorio in quanto dolore alla schiena e alla gamba si era ripresentato.
Ho fatto RM che conferma le
protrusioni e mi è stato consigliato di fare, infiltrazioni e fisioterapia.
Ora ho chiesto al
mio datore di lavoro una riduzione delle ore che mi è stata accordata ma non della mansione.
Ora non vorrei che continuando a portare questi pentoloni il problema, peggiori.
È possibile stabilire dalla risonanza magnetica quanto sono vecchie queste protrusioni?
Vorrei capire se è un problema che si è verificato anche a causa del lavoro che faccio.
Oppure è un problema che già avevo ma che si è manifestato a causa del lavoro.
È consigliabile parlare con il medico del lavoro della mia ditta?

Grazie
[#1]
Dr. Domenico Spinoso Medico del lavoro 1.2k 112 7
Gentile utente,
non è semplice, in assenza di una risonanza pregressa con cui fare un confronto, stabilire l'epoca di insorgenza delle patologie da lei patite.
Le consiglio senz'altro di richiedere al suo datore di lavoro, una visita medica straordinaria con il medico competente aziendale che certamente potrà valutare l'eventuale necessità a porre limitazioni alla sua mansione e potrà anche fare delle valutazioni circa l'origine lavorativa o meno delle sue patologie.
Cordiali saluti

Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro