Utente 292XXX
In seguito ad un'infortunio sul lavoro avvenuto nel sollevare un paziente (lavoro in ambulanza)a fine ottobre 2008 (non ancora concluso) ho riportato un trauma distrattivo lombare dx e all'anca dx. Ho eseguito terapia farmacologica per circa 20 giorni e successivo ciclo di FKT (laser + tens). Dalle visite e dai referti di RMN risulta:"rachide lombare in asse con rettificazione della lordosi fisiologica. Segni di degenerazione dicale tra L3 - S1. Modesta protusione discale prevalentemente in sede mediana in L4 - L5 e L5 - S1 voluminosa cisti di tarlov tra S1 - S3. Visto il protrarsi della sintomatologia nei movimenti flessori e rotatori del rachide l'ortopedico mi ha inviato ad una consulenza fisiatrica; il fisiatra ha riscontrato "rachide L-S limitato per 2/3 su tutti i piani di movimento, in particolare in estensione del rachide e rotazione dx; non segni di radicolopatia in atto agli AAII: ROT simmetrici arti inferiori, no deficit della forza muscolare; Wassermann +/- a dx deambulazione concessa sulle punte e sui talloni. Conclusioni diagnostiche: Lombalgia meccanico - degenerativa (in precedenza ho avuto blocchi lombari periodici.Il medico mi ha pescritto un ciclo di terapia fisica (BAck school) esercizi fisici + piscina.
Volevo chiederLe se vi sono i presupposti per un cambio di mansioni e ancora, se ci sono i presupposti per una richiesta di riconoscimento di malattia professionale poichè io svolgo la professione di autista soccorritore al 118 da 30 anni. In attesa di cortese riscontro distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Egr. signore,
mi permetto di risponderLe io, visto che finora non lo ha fatto nessuno.
Per quanto riguarda il passaggio a mansioni sedentarie penso che sia più fattibile ed è sufficiente fare richiesta al datore di lavoro allegando una relazione medico-specialistica.
Per quanto riguarda il riconoscimento di malattia professionale, credo sia più arduo, ma non impossibile.

Cordiali saluti
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#2] dopo  
Utente 292XXX

Cosa intende per relazione medico- specialista? Non è sufficente presentare al MC dlla ditta la RMN e la diagnosi di Lombalgia Meccanico- Degenerativa del certifcato medico del Fisiatra rilasciatomi in conseguenza all'infortunio subito di cui ancora ho dei postumi?Certo di una Sua risposta cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Si certo! Intendevo dire una certificazione dello specialista della colonna vertebrale con gli esami eseguiti.
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#4] dopo  
Utente 292XXX

Grazie per la Sua disponiblità.

[#5] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro Signore.

Appena chiuso l'infortrunio si rivolga al MC della sua ditta esponendo le sue problematiche. Certamente lui sarà in grado di provvedere nel migliore dei modi alle sue esigenze, eventualmente dopo aver vagliato la situazione patologica potrà anche proporre un cambio di mansione ed eventualmente innescare una causa di servizio.
Quindi renda edotto il Medico Competente della sua situazione patologica e il professionista lo assisterà nel migliore dei modi.
Eventualmente per la causa di servizio si può rivolgere ad uno dei tanti patronati, dove potrà trovare dei professionisti che la assisteranno dal punto di vista sanitario e legale.

Cordiali saluti

Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro

[#6] dopo  
Utente 292XXX

Lei pensa sia possibile che in dipendenza di una lombalgia da sforzo il dolore possa persistere così a lungo(da fine ott.2008 ad oggi )in quanto ho difficoltà tuttora nella flessione e rotazione del rachide ossia che il dolore anche se diminuito di intensità si sia cronicizzato..dolore continuo zona lombare.In attesa di risposta La ringrazio anticipatamente.

[#7] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Si è possibile.

La saluto cordialmente
Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro

[#8] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Si è possibile.
Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro

[#9] dopo  
Utente 292XXX

La ringrazio ,davvero gentile.

[#10] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
Caro signore

Di Nulla.


Ribadisco di osservare tutte le precauzioni durante la mobilitazione dei pazienti.

Cordialmente
Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro

[#11] dopo  
Utente 292XXX

Ancora.Grazie

[#12] dopo  
66038

Cancellato nel 2009
caro signore

Per concludere le ricordo che per legge i pazienti vanno mobilizzati in coppia con altro collega proprio per evitare sovraccarichi dannosi alla colonna vertebrale.

Cordialmente
Dott. Costa Rosario
Specialista in Medicina del Lavoro